LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PISA - L’edificio si piega verso il fiume
09 marzo 2016 IL TIRRENO


I progettisti: «L’obiettivo è congelare la situazione per evitare movimenti»

PISA. Nel novembre del 2010 un frammento lapideo si staccò dal transetto nord della Chiesa di San Paolo a Ripa d’Arno. Dopo i primi interventi di messa in sicurezza, venne eseguito il restauro della porzione interessata dal degrado con il contributo della Fondazione Pisa. Quello fu il primo episodio negativo di una serie che di là a poco avrebbe interessato l’intero edificio. Infatti, non molto tempo dopo, seri dissesti imposero la chiusura della chiesa, sia per garantire la pubblica incolumità, sia per permettere la progettazione e la realizzazione di un primo presidio metallico a sostegno delle strutture.

I problemi però non erano finiti. Da uno studio più accurato emerse che l’intera orditura lignea della copertura necessitava di un sostegno ancora più esteso: così nelle tre navate della chiesa venne installata una struttura in acciaio autoportante per scongiurare il pericolo di cedimenti. Tutto questo tra gennaio ed aprile 2012. Una volta raggiunta la sicurezza strutturale, è cominciata una serie di verifiche e contemporaneamente è stato eseguito il rilievo con laser-scanner che ha fornito indicazioni dettagliate sui dissesti e sul quadro fessurativo dei paramenti murari.

La campagna diagnostica non ha rilevato problemi nelle strutture di fondazione, ma ha confermato la gravità statico-strutturale sul resto dell’edificio. E’ stato quindi elaborato un progetto di consolidamento statico e di restauro conservativo dell’intero edificio rispettandone le caratteristiche sia storiche che artistiche. Tecnici, uffici diocesani, Sovrintendenza ed Università di Pisa hanno unito le loro forze e competenze per trovare una soluzione ai numerosi problemi che affliggono la chiesa di San Paolo.

Il progetto prevede interventi di restauro strutturale che coinvolgono sia la fabbrica nel suo complesso (per i marcati problemi legati alle inclinazioni e deformazioni) sia alcuni aspetti specifici, tra cui: la qualità delle strutture murarie (soprattutto per quanto riguarda la parete sud), l’inclinazione delle colonne, l’esteso degrado delle strutture lignee di copertura e le lesioni della cupola. «Il primo obiettivo sarà “congelare” l’attuale situazione ed impedire ulteriori movimenti dell’edificio verso nord e l’Arno», spiegano i progettisti, gli ingegneri Claudio Barandoni e Loriano Crecchi.

In particolare verrà sostituita gran parte della struttura lignea di copertura, saranno
inserite delle catene metalliche per contrastare le forti deformazioni, verranno eseguiti interventi per la sigillatura delle lesioni. Tutta la copertura della Chiesa verrà consolidata e impermeabilizzata. E anche la cupola sarà oggetto di opere di consolidamento.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news