LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

I beni dei musei a Gorizia e Monfalcone
10 marzo 2016 il messaggero veneto



Saranno i Comuni di Gorizia e Monfalcone a ereditare la proprietà dei Musei provinciali. Ad annunciarlo ieri, nel corso della seduta della commissione consiliare cultura, il presidente della Provincia, Enrico Gherghetta. A livello tecnico, come spiegato ieri dal numero uno dell'ente intermedio, con Regione e Ministero dei Beni culturali si è optato per il «trasferimento del diritto reale di proprietà dei beni culturali dalla Provincia in forma indivisa ai Comuni di Gorizia e Monfalcone». Il tutto attraverso una norma di legge regionale appositamente costruita, che si aggiunge a quella già varata a gennaio dalla Regione: sarà quindi mantenuto il vincolo pertinenziale al territorio a garanzia di tutti i venticinque Comuni isontini. La decisione definitiva è giunta dopo gli approfondimenti scaturiti dall'incontro che la scorsa settimana lo stesso Gherghetta e l'assessore regionale alla Cultura, Gianni Torrenti, hanno avuto nella sede del Mibact a Roma con il rappresentante della direzione Musei del dicastero, il capo di gabinetto di Franceschini e il capo ufficio legislativo del ministero. Sul tavolo, come da dibattito di questi mesi, più proposte: scartata quella della Fondazione (il Codice dei beni culturali prevede che i trasferimenti di beni mobili possono avvenire solo ed esclusivamente ad altri enti pubblici territoriali, oltre allo Stato e alle Regioni. La Fondazione invece non è una persona giuridica di diritto pubblico), ha subito la stessa sorte quella che prevedeva il trasferimento dei beni alle Uti, «per il semplice fatto che le unioni territoriali ancora non ci sono e non è quindi dimostrabile che possano garantire tutela e integrità delle opere d'arte». È confermata inoltre la dislocazione dell'Erpac (il nuovo ente regionale per le attività culturali) a Gorizia, con un ruolo di coordinamento regionale. «L'obiettivo che la Provincia si è data – ha detto Gherghetta – è quello di tutelare e valorizzare l'immensa collezione di beni culturali che in più di 150 anni, il territorio ha costruito, per un valore superiore a 94 milioni di euro. Un patrimonio di tutta la comunità isontina, che ne rappresenta la storia e l'identità culturale, aperta e transfrontaliera. In questi mesi abbiamo ascoltato il territorio, parlato con i comitati, con gli amministratori: locali, che ci hanno dato mandato di mantenere barra dritta sulla proprietà: abbiamo giocato di squadra, anche con i consiglieri regionali e il comitato GoPolis, che ringrazio».(chr.s.)



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news