LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CASTIGLIONCELLO - Villa Godilonda, indagine per abusi edilizi
di Anna Cecchini
12 marzo 2016 IL TIRRENO

CASTIGLIONCELLO Ex Godilonda, un caso infinito. Il gip nelle scorse settimane ha, infatti, «ordinato la prosecuzione delle indagini, chiedendo al pubblico ministero un'attività di verifica, tramite un consulente, sia nel giardino che all'interno dell'immobile». Manfredi Potenti, uno dei legali della Posch Capital investment, spiega che la vicenda che vede contrapposto il suo cliente (titolare di due unità immobiliare nell'ex struttura alberghiera) e la proprietà che detiene la maggior parte dell'ex hotel Godilonda (Timur Zaynutdinov) è tutt'altro che conclusa. «La Posch - dice ancora Potenti - ha denunciato tra le altre che in diversi ambienti interni all'immobile sia nei muri che nei pavimenti della struttura sarebbero stati praticati buchi e che sono stati asportati calcinacci. Tutti lavori che sono stati fatti senza avvisare nessuno degli altri proprietari (una delle unità immobiliari è rimasta di proprietà di un italiano, ndr)». La battaglia sul parco, lo ricordiamo, è partita all'inizio del 2015, quando la Posch Capital Investment srl ha presentato un esposto in Comune e alla Procura della Repubblica di Livorno per far denuncia contro ignoti, segnalando come il parco avesse subito potature di cui la Posch non era a conoscenza e che non condivideva. Non solo, nell'esposto venivano segnalati anche interventi effettuati all'interno dell'edificio che si affaccia sulla parte sud della baia del Quercetano. A seguito dell'esposto il Comune ha messo a punto un sopralluogo. Che si presume porterà alla richiesta di ripristino dei luoghi ed ha dato luogo all'apertura di un fascicolo di indagini per responsabilità penale. La proprietà di Godilonda (quella maggioritaria) ha quindi richiesto al Comune di Rosignano un parere di compatibilità paesaggistica delle opere realizzate. «Ritengo che la procedura avviata potrebbe venire bloccata - spiega il legale - La Posch ha nel frattempo consultato la Sovrintendenza di Pisa producendo una serie di documenti, sulla base dei quali si ipotizza la violazione dell'articolo 181, primo comma del testo unico dei beni urbani, e 167 secondo comma del decreto sui beni culturali». Intanto i primi di febbraio il gip Antonio Del Forno ha emesso un provvedimento con cui ordina la prosecuzione delle indagini. «Prossimamente - prosegue l'avvocato Potenti - sarà effettuato un sopralluogo sia all'interno della villa che nel giardino. È prevista la presenza della polizia giudiziaria e di alcuni tecnici, in modo da verificare e quantificare la portata dei lavori nel parco e dentro l'edificio. Il magistrato ha ritenuto che si possa trattare di opere eseguite su area di particolare interesse storico, ambientale e paesaggistico». Una storia infinita, quella che vede contrapposti i vari proprietari dell'ex villa Godilonda. E che induce la comunità castiglioncellese a pensare che lo storico immobile sia destinato a non essere mai riqualificato. «L'indagine è tutt'altro che conclusa - termina il legale della Posch - Prossimamente saranno fatte verifiche come richiesto dal Gip. Anche dal Comune, nel frattempo attendiamo notizie dalla commissione paesaggistica, dato che è interesse del nostro cliente chiedere ai comproprietari autori delle opere la rimessa in pristino dei luoghi, che è obbligatoria».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news