LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

DORGALI - Il Museo archeologico cambia il suo volto
di Nino Muggianu
11 marzo 2016 LA NUOVA SARDEGNA

DORGALI Dopo un lungo esilio ad abbellire il museo archeologico di Cagliari, il "Pugilatore", il "Soldato con stocco e scudo alle spalle" e il diploma militare del soldato Tunila ritornano nella loro casa, al Museo archeologico del comune di Dorgali. Magari non saranno i famosi bronzetti originali, ma riproduzioni di altissima qualità che saranno tra le attrazioni più importanti del musei di via Lamarmora che si appresta a cambiare completamente volto in vista della prossima stagione estiva. Da poco si sono conclusi i lavori di rilievo con tecnologia 3D laser scanner dei bronzi rinvenuti nel territorio di Dorgali e conservati presso il Museo archeologico nazionale di Cagliari. Lo stesso lavoro è stato fatto con i famosi petroglifi del neo-eneolitico presenti nella grotta del Bue Marino. I rilievi consentiranno la realizzazione di prototipi in scala 1:1.Riproduzione di modelli che saranno esposti nelle sale di Dorgali. I lavori, finanziati dalla Regione, sono stati affidati allo Studio tecnico Floramo di Barcellona Pozzo Di Gotto. Il museo dorgalese si è aggiudicato due finanziamenti regionali per un totale di 150 mila euro. Uno destinato al restauro di reperti che ha consentito di sistemare che necessitavano tale opera. Tra questi i primi sono stati i bronzi interessati dal cosiddetto cancro del bronzo e altri reperti a rischio di conservazione. Sistemati e riportato allo splendore di un tempo anche alcuni vasi e anfore di età romana e nuragica che si stavano deteriorando. Tra questi il disco Neiatulenio, una targa con scritta del nome del prefetto dei vigili dell'antica Roma. L'altra parte dei finanziamenti è destinata all ammodernamento del museo che cambierà completamente volto. Ci saranno nuove vetrine che ospiteranno bronzi che sono a Cagliari, verrà fatto un nuovo monetiere. Insomma chi visiterà l'esposizione di reperti archeologici dorgalese alla prossima apertura sarà accolto da un nuovo e più ricco museo. L'istituzione del Museo archeologico di Dorgali risale al 1980 per iniziativa del Comune di Dorgali, in collaborazione con il Gruppo grotte Dorgali; un finanziamento della Regione, disposto dall'assessorato della Pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport, ha consentito il primo allestimento del museo curato dalla Soprintendenza ai beni archeologici per le province di Sassari e Nuoro. Nel 1988 il museo è stato trasferito nella sede attuale grazie a un altro finanziamento regionale. Dal 1980 al 1995, il museo è stato gestito direttamente dal Comune con personale assunto tramite apposita convenzione o selezione pubblica. Dal dicembre del 1995 fino al dicembre del 2001 la gestione del museo e dei siti archeologici di Serra Orrios e Tiscali è stata affidata alla Coop Ghivine del Gra di Dorgali con finanziamento regionale; la stessa cooperativa ha garantito il servizio fino al febbraio 2002.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news