LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TERAMO Galleria d’arte nel sottopasso con le tele comunali non esposte
09 marzo 2016 IL CENTRO

Il sottopassaggio di piazza Garibaldi si trasforma da ricettacolo di vandali e luogo degradato a galleria d'arte permanente. A confermare la volontà di lavorare su questa ipotesi, in continuità con i lavori dell'Ipogeo, è il sindaco Maurizio Brucchi, che così vuole mettere in luce e rendere pienamente fruibili le tele più rappresentative del patrimonio della pinacoteca teramana, spesso costrette a restare nei depositi, ma anche riqualificare il corridoio pedonale sotto piazza Garibaldi. «In questo modo vogliamo creare una sorta di vero e proprio percorso culturale che si snoderà a partire dal castello Della Monica», spiega il sindaco, «per poi proseguire attraverso la pinacoteca, il museo di Pagliaccetti e Crocetti, il sottopassaggio trasformato in galleria d'arte, la sala ipogea, e continuare all'Arca, fino al museo Savini, e infine al teatro romano e agli scavi archeologici. Ovviamente», ha puntualizzato ancora Brucchi, «le tele non saranno alla mercè dei vandali, ma saranno custodite in teche infrangibili adatte all'esposizione delle opere». L'area sarà sorvegliata da telecamere. Anche per approdare a questo progetto, il sindaco Brucchi ha disposto una ricognizione sul patrimonio culturale custodito dal museo e dalla pinacoteca, condotta insieme al segretario generale Patrizia Scaramazza che detiene l'incarico pro-tempore di responsabile del Polo museale. Dalla ricognizione sono emersi input significativi utili a mappare con precisione le opere che il Comune ha ceduto in prestito. E' stato il caso ad esempio di un polittico in legno di Giacomo da Campli detenuto da tempo dalla Soprintendenza che lo aveva chiesto per una mostra e rimasto in custodia alla soprintendente Lucia Arbace. Dice il sindaco: «Sono circolate indiscrezioni e allarmismi su alcune opere della pinacoteca e va fatta chiarezza. Intanto non c'è nessuna opera che manca all'appello perché le opere, come è naturale, spesso vengono cedute in prestito per le mostre come è avvenuto di recente per due tele di Celommi che il Comune di Teramo ha concesso al Comune di Roseto. E altre, come il polittico in legno, sono presso la Soprintendenza ai beni artistici che è l'ente sovraordinato alla custodia delle opere. Le opere sono state tutte censite e catalogate in un volume pubblicato di recente e molte inserite nella sezione dei beni da restaurare. Su alcune sono già in corso verifiche della Soprintendenza che le ha coperte con materiali specifici di rivestimento per verificare il distacco di colore. Per altre invece, che pure necessitano di restauro, è difficile ipotizzare interventi immediati poiché non sono tele ritenute di alto valore artistico, e dunque nelle priorità da dare ai costosi interventi di restauro restano in coda». Il sindaco, al termine della ricognizione fatta anche in collaborazione con l'assessore Francesca Lucantoni e l'ex direttrice dei musei civici Paola Di Felice, si è dichiarato molto soddisfatto dello stato di attenzione rivolto al patrimonio artistico in questi anni tanto da essere pronto a esporre in modo permanente le opere più significative nel sottopassaggio. «Le opere sono già a disposizione della collettività e degli studiosi», ha detto ancora il sindaco, sottolineando che in occasione della Settimana del Patrimonio i depositi della pinacoteca sono stati aperti al pubblico per la consultazione delle tele. Il riferimento è a tele che non vengono esposte in pinacoteca per via della priorità che spesso viene riservata alle mostre. «Inoltre», ha puntualizzato l'assessore alla cultura Lucantoni, «quotidianamente ci sono studiosi e professionisti del settore che si recano nella pinacoteca per fare approfondimenti e studiare le opere. Di recente abbiamo aperto i depositi anche agli studenti delle superiori, che sono stati preziosi nell'ambito di un progetto scuola-lavoro per la catalogazione delle opere on line». «Il patrimonio è già fruibile», ha concluso il sindaco, «ma riteniamo che con la realizzazione di una galleria permanente avvicineremo ulteriormente il patrimonio artistico ai teramani riqualificando un corridoio pedonale che deve spogliarsi della connotazione di sottopasso degradato per diventare tassello prezioso di un percorso culturale». Marianna De Troia



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news