LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MANTOVA Podestà a rischio rincaro "Avanti lo stesso con i lavori"
di Sandro Mortari
06 marzo 2016 LA GAZZETTA DI MANTOVA



I 14 milioni potrebbero non bastare per le modifiche volute dalla sovrintendenza. Palazzi: si può dividere il primo lotto in stralci e partire ugualmente



MANTOVA. Palazzo del Podestà, forse si riparte. Per la metà di marzo il Comune attende il via libera della sovrintendenza al progetto definitivo di recupero dell’edificio storico di piazza Erbe, dopo le modifiche richieste per il consolidamento strutturale e il miglioramento antisismico. I lavori sono fermi da più di un anno e solo con l’approvazione del nuovo progetto il cantiere potrà ripartire. Non sarà però una cosa immediata perché il Comune e l’associazione temporanea di imprese tra Consorzio cooperative costruzioni di Bologna e Piacenti di Prato, che ha vinto l’appalto, dovranno riunirsi per rivedere l’intero quadro economico del primo lotto. Il pericolo, infatti, è che a seguito delle modifiche volute dalla sovrintendenza il costo dei lavori abbia un’impennata e non si riesca a rimanere nel budget iniziale dei 14 milioni di euro.

«Il rischio c’è - ammette il sindaco Mattia Palazzi -, ma la nostra priorità è riavviare subito il cantiere. Se non dovessero bastare i soldi - annuncia - siamo pronti ad andare avanti per stralci: le attività commerciali che sono sotto il Podestà hanno il diritto di conoscere i tempi di intervento». La sovrintendenza ha in mano dall’ottobre scorso il progetto riveduto e corretto. La Ccc lo ha dovuto cambiare in corsa quando si è trovata di fronte al no all’intervento di consolidamento strutturale basato sulle fibre di carbonio. La sovrintendenza ha imposto una soluzione diversa che, molto probabilmente, implica un costo superiore.

Il progetto è stato rimodulato finalizzandolo alla messa in sicurezza del palazzo e alla realizzazione del vano scale tra la Ragione e il Podestà. Ciò ha comportato l’abbandono del recupero integrale del corpo che dà su piazza Broletto e che, inizialmente con la giunta Brioni, si voleva destinare a uffici comunali (era la parte sottostante, una volta sede del museo Nuvolari). Oltre al problema delle modifiche progettuali, ad incidere sui costi futuri potrebbe essere il ponteggio che cinge il Podestà e si spinge sino alla Ragione. Solitamente, il ponteggio è un costo a parte che aumenta giorno per giorno visto che la struttura è a noleggio.

Un rischio per il Podestà dato che si sono già sforati i tempi (il contratto è stato firmato il 18 aprile 2014 e i lavori avrebbero dovuto concludersi in 30 mesi, entro ottobre di quest’anno). In questo caso, però, l’appalto è stato fatto «a corpo», per cui il prezzo dell’impalcatura, fino a che non ci sarà l’ok della sovrintendenza, è fisso. E, quindi, non ci sono costi in più per il Comune. Il problema si porrà dopo, quando sarà rivisto il quadro economico in base alla decisione della sovrintendenza. Da quel momento, ad eventuali aumenti dei lavori andranno aggiunti quelli per il noleggio delle impalcature. Si dovrà, dunque, fare attenzione e calcolare al centesimo quanto è stato speso finora dei 14 milioni e quanto resta ancora a disposizione. Sapendo fin da ora che sarà difficile reperire altre risorse e che i 10 milioni per il secondo lotto non ci sono ancora.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news