LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

JESOLO «Il crocifisso del Trecento deve tornare a Jesolo»
10 marzo 2016 il messaggero veneto



Un antico dipinto su tavola di un crocifisso, risalente al 1300, oggi nell'Archivio della Sovrintendenza di Venezia, potrebbe presto tornare a Jesolo nella chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista. Tornerebbe nella sua "casa" a Jesolo dopo molti secoli e per tutta la città sarebbe un ritorno davvero importante. L'idea del sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia, e del vicesindaco, Roberto Rugolotto, in accordo con l'associazione Monsignor Giovanni Marcato di Giampaolo Rossi, è di portarlo a Jesolo per la festa del patrono San Giovanni Battista il 24 giugno per poi tenerlo almeno un periodo di tempo. È un crocifisso di scuola veneta che sembra proveniente propria dall'antica chiesa di Cava Zuccherina, quando ancora Jesolo non esisteva. I critici d'arte parlano di un pezzo molto bello, di scuola veneta appunto, con influenze toscane, ai livelli delle opere di Giotto. Un dipinto su tavola oltretutto imponente, di due metri e 10 per un metro e 60. Il parroco della chiesa di San Giovanni, don Gianni Fassina, è già in fermento assieme a tutti i parrocchiani che stanno seguendo l'operazione, che ha visto l'amministrazione comunale particolarmente entusiasta. Si tratta di una grande operazione per il suo carattere storico culturale, oltre che per il suo messaggio ai cattolici di Jesolo, ma anche per il valore identitario importante nella realtà jesolana, tradizionalmente divisa tra Paese e Lido. Un lavoro di recupero delle radici del territorio che, se verrà portato a termine, avrà un significato importante anche dal punto di vista turistico perché molti ospiti della località sarebbero invogliati a venire a vedere l'antico dipinto. La parrocchia ne aveva già accennato nel notiziario di dicembre scorso. Il sindaco Zoggia, assieme al vicesindaco Rugolotto, ha avuto modo di parlarne già con i responsabili della Sovrintendenza. Bisognerà garantire una speciale copertura assicurativa, una teca adeguata ad accoglierlo, poi dovrà essere garantito anche il delicatissimo trasporto. I costi si aggirerebbero attorno ai 30 mila euro per tutte le prescrizioni da rispettare. L'ultima parola spetterà alla Sovrintendenza, ma la comunità ecclesiale di Jesolo adesso aspetta con ansia e sincero affetto il crocifisso perché possa tornare nella sua città. (g.ca.)



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news