LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VITTORIO VENETO. Piazza Meschio, siglato l’accordo
09 marzo 2016 LA NUOVA VENEZIA





La storia di piazza Meschio comincia nel 2003. Il Piruea nasce nel 2005 e la convenzione con Edilvi è stipulata nel 2008 dalla giunta Da Re. I lavori cominciano nel 2009 ma - a causa dello stop della Soprintendenza alle lunette sulla facciata dell'ex casa di riposo e per i costi sopraggiunti a causa di scavi archeologici si arenano fino ad oggi. La giunta Tonon ha elaborato l'accordo tra Comune, Edilvi e Zurich. Edilvi si impegna ad ultimare il parcheggio interrato e le opere accessorie. Il Comune rinuncia per 90 anni alla servitù di uso pubblico su 40 parcheggi al primo piano interrato del garage sotto la piazza. Per questi stalli Edilvi rinuncia alla proprietà di superficie, che viene ceduta a Zurich, che si impegna a terminare la piazza in base al progetto 2014 (rivestimento a lastroni in pietra di Cugnan) e a realizzare la pubblica illuminazione, tutto entro un anno, nonché a terminare la copertura dei vani scala per l'accesso pedonale al park. Annullato il giudizio pendente al tribunale. (a.d.g.)VITTORIO VENETO Piazza Meschio vede la luce in fondo al tunnel: la maggioranza del sindaco Roberto Tonon, giunta e consiglieri, ha approvato martedì notte l'accordo che restituirà entro un anno la piazza alla città. Annuncia battaglia dura la Lega, con un ricorso alla Corte dei conti. La transazione, per il cantiere infinito che occupa interamente la piazza da ormai sei anni è dunque definita nei dettagli. È invece annullata la convenzione stipulata dalla giunta del ex sindaco Gianantonio Da Re con la ditta realizzatrice, la Edilvi di Villorba. Era questo l'accordo che guidava le parti sino ad ora. Cambia tutto e si passa all'accordo transattivo, in sostanza un "dare e avere" che coinvolge Comune, Edilvi e questa volta anche l'assicurazione Zurich che, ad ogni buon conto, aveva già richiesto un accertamento tecnico preventivo davanti al giudice nelle ultime settimane. Non si riscuote dunque la polizza assicurativa, come invece hanno chiesto a gran voce le minoranze capitanate dal consigliere comunale e segretario regionale della Lega, Da Re. Una delicatissima operazione al bilancino, guidata in aula dalla giunta, per voce del primo cittadino Tonon, sostenuto dai tecnici: l'avvocato comunale Barbara Colla e il superesperto, docente di architettura allo Iuav di Venezia ed ex assessore dello stesso Comune, Ezio Micelli. Questi hanno spiegato all'aula come la vittoria del Comune, in un eventuale contenzioso, sia tutt'altro che scontata, ricordando anche il precedente simile di piazza Marinai d'Italia dove il Comune ha perso ed ha pagato. E anche se fosse, la somma eventualmente riscossa è comunque da stimare piccola, 580mila euro rispetto al massimo di 1,4 milioni escutibili, questo per lo stato attuale dei lavori e le eventuali conseguenze di uno scontro davanti al giudice. Si è preferito quindi l'accordo, per non rischiare e per avere tempi brevi di realizzazione. Durissima la reazione delle minoranze, in un dibattito che è durato ben quattro ore filate. La Lega di Gianantonio Da Re ha annunciato il ricorso alla Corte dei Conti: «Vogliamo anche noi la sistemazione della piazza per i mescolini ma non faremo sconti a nessuno – ha spiegato Da Re –. L'accordo secondo noi non sta in piedi dal punto di vista economico. Zurich fa un atto francescano, dovrebbe dare 580mila euro se si riscuote la polizza ma si impegna per lavori da 790mila euro? E poi, quando si fa un'assicurazione si è coperti o no?». Il consigliere Matteo Saracino, per "Partecipare Vittorio", ha invece abbandonato l'aula in segno di protesta, dichiarando di volere comunque anch'egli una celere restituzione della piazza. Il sindaco Roberto Tonon ha spiegato a inizio di serata lo spirito della propria azione politica: «Dopo tutti questi anni desideriamo restituire la piazza alla città nel più breve tempo possibile, com'era nostro impegno con i cittadini». Sostegno pieno naturalmente dal Pd, arrivato per voce del capogruppo Marco Dus. Alberto Della Giustina




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news