LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Rezzato (BS). Le opere della Pinac vanno a Madrid ma qui ancora in pochi le conoscono
Tino Bino
Corriere della Sera - Brescia 19/3/2016

Una trasferta andalusa per i disegni custoditi dal PinAC,la pinacoteca dell’età evolutiva che da decenni raccoglie nella piccola,ordinatissima sede di Rezzato fogli e tavole provenienti da ogni parte del mondo. Quello della pinacoteca rezzatese è un catalogo straordinario dedicato alla creatività infinita dell’infanzia,la cui fantasia inventiva è l’approdo agognato dai grandi pittori di ogni tempo. Già è capitato di confrontare i grandi capolavori del novecento con tavole provenienti dalla PinAC e ne sono usciti risultati sorprendenti,sguardi increduli,scambi di attribuzione. La Pinacoteca è un museo conosciuto per la sua alta specializzazione,visitato su prenotazione da studiosi di grandi università,da specialisti della didattica e del design che trovano abbondante materia di studio,incredibili spunti di lavoro,inediti percorsi didattici. Ed è per questo,che nell’ambito di un progetto europeo,dieci grandi fogli della Pinac sono esposti alla facoltà di scienze umane della pontificia università di Madrid. Un riconoscimento non inusuale per la qualità scientifica della raccolta,che è soprattutto una «vertigine della lista»,una lista delle meraviglie. Meriterebbe, sarebbe doverosa una esposizione permanente, con mostre tematiche, o per provenienza geografica, o per stagioni di produzione, o per età degli autori. Potrebbero alternarsi con intensa periodicità. La raccolta ha materiali, correttamente custoditi, per un lavoro di molti anni, e quasi tutto inedito. Eppure pochi bresciani ne conoscono la presenza e l’indirizzo che non figurano mai nella letteratura d’arte della città che dovrebbe al contrario annoverare quel Museo come una della collezioni originali dell’organizzazione artistica bresciana. E che, considerazione laterale, testimonia ancora una volta come solo la nuova dimensione della città, la «grande Brescia» sia in grado di allargare una offerta, di soddisfare una più ampia domanda. Se è vero che la «Grande Brescia», la città metropolitana nasce dalle funzioni che la mettono in rete, eccone un possibile percorso, un ruolo che aiuterebbe la pinacoteca di Rezzato a diventare un riferimento del sistema museale bresciano, e garantirebbe all’utenza, al mercato un luogo esclusivo, unico nel genere da esplorare. E così quell’istituto avrebbe più risorse, e più risorse potrebbero generare più mostre, più ricerche, più offerte di decentramento in provincia, in Regione, in Italia, in Europa. Anche questo è un utile appunto per Brescia musei che si appresta a ritentare un partenza. Ma è soprattutto un invito alla politica e alle amministrazioni locali: che sappiano valorizzare i patrimoni e le identità di cui sono dotati.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news