LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Brescia. Palazzo Tosio ora aspira a diventare luogo del cuore
Alessandra Troncana
Corriere della Sera - Brescia 22/3/2016

Palazzo Tosio è stato visitato nelle giornate di Primavera del Fai da cinquemila persone. E il Fai, come sostiene la responsabile della delegazione di Brescia, Martinelli sta pensando di candidarlo a luogo del cuore.

Divani di velluto, sempreverdi nel giardino, il ritratto del padrone di casa nella sala rossa: nelle stanze private del conte Tosio e di sua moglie si entra da un passaggio segreto, in un corridoio azzurro. Gli inquilini del suo palazzo, Hayez, Canova e Raffaello, sono stati sfrattati: al posto loro sono entrati cinquemila intrusi. La primavera del Fai è arrivata nei luoghi dell’archistar Rodolfo Vantini: il cimitero monumentale, la tomba del Cane e altri 23 posti in città e provincia. Incluso palazzo Tosio: «Il posto più visitato. Ma in tutto, tra Brescia e gli altri siti, abbiamo avuto 20.950 ospiti» dice Federica Martinelli, capo della delegazione bresciana (i conti li ha fatti la Camera di Commercio di Monza e Brianza: un indotto diffuso di 250 mila euro in 48 ore).

Alt, rompete le righe: alle quattro di domenica pomeriggio avete dovuto chiedere alla gente di abbandonare la coda per palazzo Tosio.

«Erano in troppi a voler vedere l’appartamento: nonostante le trenta guide, non saremmo riusciti a farlo visitare più nessuno».

Come mai avete scelto Vantini come tema di queste giornat e?

«Quest’anno cade il 160esimo anniversario della morte, e poi è un autore ancora poco valorizzato e conosciuto».

Avete un esercito di 1.120 volontari tra guide e apprendisti ciceroni che lavorano senza cachet. Quali sono le difficoltà organizzative?

«Le spese vive, la pubblicazione su Vantini. In tutto, qualche migliaio di euro che fatichiamo a coprire con gli sponsor: Cab e fondazione Asm, oltre a qualche impresa, ci hanno aiutato parecchio».

Palazzo Tosio è stato invaso dai turisti, ma fino alla scorsa settimana nell’appartamento del conte c’erano cellophan e calcinacci. Pensate di candidarlo a luogo del cuore?

«Può essere un’idea, ma ci stanno arrivando anche altre proposte. Le candidature, comunque, possono essere avanzate da tutti».

Ma senza un obiettivo comune si rischia di raccogliere pochissimi voti: è già successo. L’anno scorso l’organo Antegnati ne ha raccolti 21 mila: avete trovato i soldi per il restauro?

«Purtroppo no. Il Fai ci ha girato 10 mila euro, ma la fattura è di 240 mila. Abbiamo trovato pochi sponsor, il contributo Cei non è ancora arrivato».

Un insuccesso?

«Il vincitore della classifica (il Convento dei frati cappuccini a Monterosso al Mare, ndr) ha raccolto 100 mila voti: faccia lei. Da Brescia mi sarei aspettata una risposta diversa. La maggior parte delle firme le abbiamo raccolte noi citofonando alle persone, ma non è stata creata una rete: tante porte non ci sono state aperte. Capisco fosse un bene difficile da candidare, però avrei voluto più sostengo».

Riaprire l’orologio di piazza Loggia alle visite è il vostro sogno.

«Purtroppo ci sono problemi con il proprietario dell’appartamento da cui si accede agli ingranaggi. Ma abbiamo girato un video, lo faremo vedere nella nostra sede».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news