LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Vasariano, servono 5 milioni per aprirlo. Il direttore Schmidt: parte arriverà dal Comune
Chiara Dino
Corriere fiorentino 22/3/2016

Schmidt alla mostra sulla scultura lignea: «Una parte ce la darà il Comune, l’altra la troveremo noi»

Il blitz di Vittorio Sgarbi alla presentazione della bella mostra degli Uffizi Fece di scoltura di legname e colori dedicata alla scultura lignea dipinta del Quattrocento sposta per un po’ l’attenzione su altro, sul progetto del Corridoio Vasariano in particolare di cui da giorni si parla con sempre maggiore attenzione. Anche il critico di Ferrara vuol dire la sua sul progetto di riunificazione di Uffizi e Palazzo Pitti attraverso la riapertura al pubblico del camminamento voluto da Cosimo I.

Quel progetto, sul quale Eike Schmidt vuole procedere a ritmi serrati — dovrebbe partire entro fine anno e concludersi alla fine del 2017— è stato in parte anche quantificato. Costerà (compresi i lavori di adeguamento con la costruzione delle uscite di sicurezza e di quelle per i disabili) circa 5 milioni di euro. «I fondi — spiega lo stesso direttore Eike Schmidt — non si potranno prelevare dai 18 milioni di euro stornati dallo Stato per i Nuovi Uffizi a settembre scorso, quelli sono tutti già impegnati. Dovremo trovarli altrove. In parte verranno dal Comune. Dario Nardella nei giorni scorsi ha già annunciato il contributo di 530 mila euro, ed è già qualcosa. In parte arriveranno dai nostri introiti e per il resto si vedrà». Così come si vedrà il da farsi sull’allestimento interno del Vasariano. È su questo punto che Vittorio Sgarbi interviene: «L’idea di aprire il Corridoio mi pare molto bella. Questa cosa di dover fare liste d’attesa lunghissime è veramente intollerabile. Inoltre è coerente con il mandato ricevuto da Schmidt da parte del ministero, un mandato che lo vede direttore di Uffizi e Pitti come organismo unico; quello che mi lascia perplesso è l’idea di eliminare tutti gli autoritratti dal camminamento. Se il direttore Eike Schmidt o l’architetto Antonio Godoli lo vorranno sono disposto a fare un giro con loro dentro il Corridoio per studiare insieme una soluzione possibile. Forse non è necessario portarli via tutti quanti. Il percorso potrebbe ospitare, ad altezza di sicurezza, gli autoritratti di dimensione più piccola o la collezione gioviana (la raccolta di ritratti esposta nei corridoi monumentali degli Uffizi ndr. )» Schmidt accoglie l’offerta, prende tempo, e si accompagna con Sgarbi lungo la teoria delle sculture della mostra curata da Antonio Bellandi.

Mostra bella e particolare anche perché la scultura lignea dipinta è sempre stata considerata più espressione di ragioni devozionali che artistiche. Un errore data la portata dei pezzi esposti al secondo piano degli Uffizi dove spiccano non solo opere note (il celeberrimo Crocifisso di Santa Croce, il San Giovanni Battista di Venezia) di Donatello ma anche sue dubbie (il San Girolamo di Faenza) e nuove attribuzioni (il San Pietro Martire della chiesa di san Domenico di Fabriano). Tra i pezzi più belli, che testimoniano la collaborazione tra artisti diversi (scultori e pittori), un notevole busto di Santa Caterina della cerchia di Desiderio da Settignano in prestito dal Louvre, il San Giovanni Battista di Francesco da Sangallo, e tre Crocifissi (quello di Giuliano da Sangallo che proviene dalla Basilica della Santissima Annunziata, quello di Benedetto da Maiano custodito nel museo Civico di san Gimignano e quello del Museo di San Marco di Baccio da Montelupo. Tra i pezzi che mancano i Crocifissi fiorentini di Brunelleschi e Michelangelo e la Maddalena Penitente di Donatello. In compenso c’è la Maddalena di Desiderio da Settignano normalmente in Santa Trinita. Un capolavoro.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news