LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bergamo. Obiettivo restauri
Gisella Laterza
Corriere della sera - Bergamo 23/3/2016

Bando dell’Ateneo di scienze, lettere e arti per il recupero di un bene «non più vissuto»

C’è tempo fino al 31 marzo per partecipare al «Premio RestauraBergamo» indetto dall’Ateneo di Scienze, Lettere e Arti di Bergamo in collaborazione con la Fondazione Credito Bergamasco. Lo scopo dell’iniziativa è destare l’attenzione su alcune aree e su manufatti artistici o urbanistici che hanno smesso di essere vissuti dalla popolazione.

«C’è più periferia nel centro commenta Maria Mencaroni Zoppetti, presidentessa dell’Ateneo. Nel cuore della nostra città, ci sono posti non attrattivi, non propulsori. Che non vanno lasciati al degrado e al disuso. Ma occorre invece riscoprirne il senso attraverso il “restauro”, nell’accezione più ampia del termine. Dobbiamo riproporli per quello che sono. Per come sono nati. Per la storia sociale e la cultura che li hanno segnati, connotati».

Al premio si concorre con un progetto originale, massimo 10.000 battute, che presenti le azioni da intraprendere per la valorizzazione e il recupero di un bene proposto dal candidato, spiegando anche il motivo della scelta. In allegato va aggiunto il proprio curriculum ed eventuali immagini. Il tutto da inviare a info@ateneobergamo, o all’indirizzo dell’associazione, via Tasso 4. Inizialmente, in palio c’erano 2.000 euro per un solo vincitore. Ora i premiati saranno due, grazie a una donazione di un socio dell’Ateneo. La cerimonia di proclamazione dei premiati si terrà il 18 maggio.

Al bando «RestauraBergamo» è legato il ciclo di incontri «Lontano dal centro». Iniziati a febbraio, proseguiranno fino a fine maggio. Oggetto delle prossime conferenze è il complesso di edifici nei dintorni della chiesa di San Michele al Pozzo Bianco. Uno spreco di spazio e di verde all’ingresso della città sul colle, secondo l’Ateneo, poiché non valorizzato, non vissuto consapevolmente.

Per riscoprirlo, l’appuntamento è ogni martedì alle 17.30 nella Sala Galmozzi. I numerosi relatori sono soci dell’Ateneo, architetti, medievisti, storici dell’arte, docenti universitari, assessori comunali. Il 24 maggio, ultimo incontro, sarà presente il sindaco Giorgio Gori accanto ai professori Mauro Ceruti (Iulm) e Pierluigi Bocchi (Università di Bergamo).

Nei loro interventi tracciano le storie dimenticate di Bergamo. Storie che emergono da pergamene dal IX al XII secolo. O dal diario manoscritto del monaco e letterato Donato Calvi. O da tante altre fonti, attraverso cui sentiremo l’eco di luoghi perduti e rivedremo i popoli di ieri muoversi sulla scacchiera del tempo e tornare presenti. Vedremo che la loro importante eredità culturale oggi si intreccia a episodi di degrado e abbandono.

In questo quadro, molti relatori si interrogano dunque attorno a una domanda: perché un così ricco centro storico si sta vuotando? «Viverci normalmente è difficile — commenta Maria Mencaroni Zoppetti —. Faccio sempre la battuta che in Città Alta è un’impresa comperare un bottone o la carta igienica. Inoltre, non ci sono parcheggi. Non ci sono servizi pubblici sufficienti. È un problema anche per chi dalla città vuole uscire. Bisogna invertire la tendenza».

In questo senso, la presidentessa dell’Ateneo ha notato con piacere il grande interesse dimostrato dai cittadini nei confronti di entrambe le iniziative.

«Sala piena durante le conferenze — conclude — e una decina di elaborati giunti finora. Segno che non si vogliono solo edifici funzionali, mentre i resti della città più antica, più autentica forse, rischiano di diventare quasi un parco a tema per turisti frettolosi e onnivori».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news