LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Camminando sul lago d’Iseo
Claudio Del Frate
Corriere della Sera 24/3/2016

Quasi pronta l’ultima opera dell’artista Christo
Una passerella galleggiante percorribile giorno e notte
Attesi oltre 500 mila visitatori

SULZANO (Brescia) Ma con la cultura si mangia? Nella zona del lago d’Iseo che per due settimane dal 18 giugno al 3 luglio sarà investita dal «ciclone Christo» la risposta è sì. L’artista noto per aver «impacchettato» monumenti e scenari naturali srotolerà una passerella galleggiante di 3 chilometri tra i paesi di Sulzano e Montisola (l’incantevole isolotto al centro del lago) sul quale giorno e notte, senza interruzione i visitatori potranno camminare. «The floating piers» si chiama l’opera, sbarcata nel Nord Italia dopo essere stata respinta in Argentina, Germania e altre nazioni perché ritenuta troppo difficile da realizzare.

Qualche numero basta a descrivere l’impatto che l’installazione di Christo avrà sul territorio. Sono attesi 500 mila visitatori in 15 giorni, con punte superiori ai 40 mila nei fine settimana; l’intera impresa, totalmente pagata dall’artista, darà lavoro a 750 persone (accoglienza, sicurezza, operai, indotto) e ha un costo di 15 milioni di euro (progettazione compresa). I 200 mila blocchi galleggianti che compongono il ponte sono prodotti dalla Artigiana Stampi di Manerbio (Brescia) che da mesi sta lavorando senza sosta. E se si va sul sito Booking.com cercando di prenotare una camera nei giorni successivi all’inaugurazione si viene avvertiti che in tutta la zona del lago i posti sono già prenotati all’88%.

«Christo ha fatto il miracolo...» sorride Fiorello Turla, sindaco di Montisola, borgo che di solito garantisce 250 posti letto ma che per l’occasione ne offre 750: chiunque ha una stanza libera ha fiutato il colpo e si è attrezzato al volo. «Il nostro Comune non ha sborsato una lira — garantisce Turla — e in tre mesi sono state concesse tutte le autorizzazioni». Altro miracolo, in un Paese dove le «conferenze dei servizi» bloccano opere per anni e anni. Iseo e dintorni, insomma, si preparano a vivere i 15 giorni che potrebbero cambiare la loro storia (grazie all’arte). A partire dalla visibilità mondiale: «La mia clientela arriva dal Nord Europa, ora ho richieste da Canada, Usa e Giappone: è chiaro che abbiamo a disposizione un’occasione unica che ci viene offerta da questo evento culturale, quella di farci conoscere a attirare qui turisti anche negli anni a venire» confessa Alessandro Ropelato, direttore dell’hotel Araba Fenice di Pilzone, accanto al quale c’è il cantiere dove gli operai stanno testando i materiali della passerella. Anche qui, altra magia, ridando vita a una fabbrica di idrovolanti abbandonata da 30 anni.

Raccontano che il legame tra Christo e Iseo nasca dall’amicizia che unisce l’artista alla famiglia bresciana Beretta, gli storici produttori di armi, proprietari tra l’altro dell’isolotto di San Giorgio, anch’esso destinata a essere «circumnavigato» dalla passerella. Christo, dal canto suo, in questi giorni intensifica la sua presenza in Lombardia e ha iniziato un giro di incontri nelle città e i paesi della zona per raccontare la sua opera: «Mettevi gli occhiali da sole, toglietevi le scarpe, camminate e fate il bagno: è la cosa più sexy che ci sia» dice lasciando gli astanti a bocca aperta. Wolfgang Volz, stretto collaboratore dell’artista, spiega come è nato «The floating piers»: «Da anni pensavamo a qualcosa del genere: ci ha colpito l’atmosfera carica di nostalgia del lago ma anche il fatto che non sia preso d’assalto dal turismo. Il significato dell’opera? Nessuno: sedetevi sulla passerella e godetevi i suoi dolci movimenti».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news