LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BARATTI - Scavi conclusi entro fine aprile. Accordo sul ripristino della costa
di Cecilia Cecchi
08 aprile 2016 IL TIRRENO



Baratti: l’erosione incombe sul golfo, ma ci sono i primi interventi in cantiere a ridosso della chiesina. Chiarei: «In parte i moduli in geotessuto hanno retto, da decidere che fare con quelli danneggiati»


PIOMBINO.L’erosione che continua. Il maxi intervento di contrasto della Regione che non decolla a fronte della fragilità costiera dinanzi a eventi meteo (come il nubifragio di fine ottobre). Poi il non semplice lavoro degli archeologi nel cuore della duna. Golfo di Baratti sempre più prezioso. Ma l’attenzione è massima. Pur ancora incerto l’avvio del progetto per i canaloni sottomarini a difesa della sabbia, vale l’intesa tra ministero e Regione Toscana per intervenire su Baratti e Costa Est. In arrivo interventi di contenimento della Soprintendenza. E anche i moduli di geotessuto non sarebbero tutti da buttare.

Per combattere l’erosione costiera il Comune di Piombino sarà presto a Firenze insieme a Scarlino e Follonica. Ma ci sono altre azioni previste nel breve, in prossimità della chiesa di San Cerbone.
«Positivo l’incontro con Andrea Camilli per la Soprintendenza – conferma Marco Chiarei, assessore politiche ambientali e difesa della costa (insieme a lui anche l’assessora alla cultura, Paola Pellegrini) – il presidente Parchi, Ghizzani Marcìa e tecnici del Comune. Sotto esame – spiega – equilibri costieri ed fenomeni erosivi nel golfo. Convenuto che il tema prioritario è quello dei ripristini degli scavi messi in opera, in alcuni casi, per svolgere la prioritaria funzione di salvataggio dei reperti messi a nudo dai fenomeni alluvionali che hanno colpito Baratti. La Soprintendenza – aggiunge Chiarei – ci comunica che entro il 30 aprile sarà terminato lo scavo in prossimità della chiesa di San Cerbone e dunque ripristinato quel breve tratto di costa, e che non sono previste altre attività sul litorale. La riunione – dice – è stata molto utile per focalizzare il tema degli scavi in concessione. Comune e Soprintendenza hanno concordato sulla necessità di mettere a punto una procedura standard per disciplinare queste attività in modo tale che ad ogni autorizzazione corrisponda una breve istruttoria in grado di individuare prescrizioni – sottolinea Chiarei – Ciò vuol dire ad esempio definire modalità di scavo, durata e tipologia dei ripristini. In questa cornice abbiamo pensato come Comune di affidare alla Parchi il ruolo di controllo».


«Sono molto soddisfatto per il risultato raggiunto – dice ancora l’assessore – L’ideale far interagire proficuamente, così, le tematiche della salvaguardia del patrimonio archeologico con quelle della difesa della costa. Ringrazio la Soprintendenza per l’approccio collaborativo e propositivo. La strada intrapresa è quella giusta e adesso non resta che dare concretezza agli intenti condivisi».
C’è chi denuncia il fallimento dei moduli di geotessuto... «In parte – conclude Chiarei – dalla chiesina alla fontina hanno retto, da stabilire, con i lavori pubblici, come procedere dove si sono rotti o danneggiati».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news