LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La restauratrice con il laser alla conquista della Spagna
ISABELLA DI BARTOLO
10 aprile 2016 la repubblica





Da Siracusa alla conquista della Spagna nel segno del restauro antico. Silvia Bottaro, classe 1980, è tra le più esperte restauratrici lapidee d'Europa. E la sua perizia nel riportare al lustro originario monumenti e mosaici del passato oggi fa scuola in Italia. Sì, perché l'esperta siracusana si annovera tra i pochi restauratori capaci di usare i macchinari più sofisticati che sfruttano il laser per la pulizia di statue, edifici, marmi, mosaici e affreschi. «Una tecnica che in Italia non si usa molto per ragioni di costi e tempi — spiega — ma che in Spagna, dove vivo e lavoro, è ormai diventata la mia prassi professionale. Mi chiamano anche gallerie d'arte private per ridare lustro a pezzi egiziani o statue greche che nelle città iberiche circolano con facilità, poiché la legislazione sui beni culturali è diversa da quella italiana. Grazie all'esperienza di questi anni, sono diventata molto veloce, ho imparato a usare bene il laser e a conoscerne ogni aspetto, e per questo lavoro moltissimo: in Spagna abbiamo restaurato portali interi con questa tecnica e il risultato, sebbene costoso e comunque più lento rispetto a quello consueto, è straordinario ».

In Italia le tecniche di restauro lapideo sono ancora legate alla tradizione e il mondo professionale è molto elitario con scarse prospettive per le nuove leve. Anche per questo, dopo importanti esperienze lavorative tra le bellezze della Penisola, Silvia si è trasferita in Spagna alla ricerca di stabilità e futuro. «Ho respirato arte sin da bambina a Siracusa — dice — e il mio primo lavoro di restauro è stato il Castello Maniace di Ortigia; in quest'occasione ho imparato quanto sia bello potersi prendere cura di un pezzo di patrimonio della propria città. Restaurare è un sogno che ho avuto sin da bambina; mia mamma ricorda che rimasi affascinata in una chiesa romana davanti a una restauratrice intenta a curare un affresco ».

Da qui la scelta di frequentare l'accademia di belle arti a Siracusa, la specializzazione e le prime esperienza a Noto, dove ho lavorato al restauro della Cattedrale barocca e dei soffitti pittorici di Palazzo Nicolaci.

Ma l'esperienza più suggestiva è stata quella vissuta nella Valle dei Templi di Agrigento e tra i mosaici della Villa romana di Piazza Armerina: nei due siti Unesco, Silvia ha lavorato per ripristinare la bellezza della pietra dorata del Tempio di Giunone e delle policrome tessere che disegnano immagini uniche al mondo. «La vita del restauratore è certo privilegiata, sebbene dura e ricca di sacrifici — dice Silvia — Ancora mi emoziono e imparo ogni volta che sono in cantiere. Eppure non è stato facile svolgere questa professione. Nel 2010, quando è iniziata la crisi, decisi con il mio compagno che è ora diventato mio marito, di lasciare Siracusa per trovare lavoro a Barcellona e, dopo tanto impegno, è stata una scommessa vinta». Oggi Silvia Bottaro è tra le esperte più richieste in Spagna dove ha restaurato le mura romane della città dentro il Centre Civic Pati Llimona nel Barrio Gotico, il chiostro del Monastero di Santa Maria di Ripoll e l'Hospital de Sant Pau; a Tarragona ha ridato dignità e bellezza alla Villa de Munt e ha partecipato al progetto di restauro dei resti archeologici dell'antico mercato del Born per l'Istituto della cultura di Barcellona. Ma ogni tanto l'amore per l'Italia torna e, in queste settimane, l'ha portata a Milano dove è all'opera per riportare al suo antico splendore Palazzo delle Poste. «Il mio non è un lavoro, è passione pura. So bene di essere fortunata perché posso toccare e vedere da vicino meraviglie. È un lavoro che mi fa sentire quasi parte della storia, e vorrei che divenisse meno elitario e più accessibile».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news