LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Da un solaio di Tolosa spunta un Caravaggio Gli esperti si dividono
13 aprile 2016 LA REPUBBLICA




ROMA La storia è così? bella che pare inventata. Ma se invece fosse tutto vero? Una versione del celebre dipinto di "Giuditta e Oloferne" simile a quello conservato alla Galleria d'Arte Antica di Roma (Palazzo Barberini) è stato ritrovato nel solaio di una vecchia casa di Tolosa, nel sud della Francia. Per Mina Gregori, grande specialista del maestro lombardo morto sulla spiaggia della Feniglia nel 1610, quella ritrovata a Tolosa non è un'opera originale di Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, anche se la «qualità è innegabile», spiega citata dal Quotidien de l'Art. Con lei storcono il naso anche altri esperti. Ma la Francia vuole crederci, a cominciare dal ministero della Cultura che ha decretato il divieto di uscita di quella tela di 144 x 173,5 centimetri dal territorio e l'ha decretata "Tesoro nazionale". «Quest'opera recentemente scoperta è di un grande valore artistico, potrebbe essere identificata come una composizione scomparsa di Caravaggio», si legge nel decreto pubblicato dal governo in gazzetta ufficiale. L'opera è «autentica», ha esultato Eric Turquin, l'esperto alla guida dell'omonimo studio privato che ha realizzato una prima expertise dell'olio su tela. Dimenticato per almeno 150 anni nella sottotetto di una vecchia casa, l'opera (di cui LeFigaro.fr anticipa una foto) «è in uno stato di conservazione eccezionale», ha spiegato il gabinetto di expertise Eric Turquin, precisando che il dipinto è stato ritrovato dopo una fuga d'acqua dalla soffitta. Sempre secondo Turquin, il quadro ha raggiunto una collezione privata di Tolosa a metà del XIX secolo. «I proprietari sono dei discendenti di un ufficiale dell'esercito napoleonico. Forse è con lui che questo quadro è arrivato tra i beni di famiglia. Nell'aprile del 2014 queste persone notano una fuga d'acqua a casa loro. Forzano la porta in un angolo e scoprono il dipinto. Era dimenticato lì?da anni». Valore stimato: 120 milioni di euro. Gli esperti del Centro di ricerche e restauri dei Musei di Francia hanno ora trenta mesi per capire se si tratta davvero di un'opera originale di Michelangelo Merisi o di un suo comunque bravissimo seguace. Nel sud della Francia, racconta Mathilde Tastavy, storica dell'arte, sono stati numerosi i pittori che si sono ispirati al maestro milanese. Se l'attribuzione dovesse essere confermata, lo Stato francese dovrebbe sborsare oltre 100 milioni di euro per poterselo aggiudicare ed esporlo nelle sue collezioni.


http://ricerca.gelocal.it/iltirreno/archivio/iltirreno/2016/04/13/grosseto-da-un-solaio-di-tolosa-spunta-un-caravaggio-gli-esperti-si-dividono-09.html?ref=search


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news