LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Genova, un bar-ristorante dentro forte Begato
13 aprile 2016

Parte il bando per la valorizzazione dopo il passaggio dal Demanio al Comune, la concessione avrà una durata fra i sei e i quindici anni

Parte da Forte Begato la valorizzazione del sistema dei forti genovesi e nei prossimi giorni uscirà il bando per concessione dei locali nel forte che ospiteranno un bar-ristorante. Il progetto firmato dal Comune e dell’Agenzia del Demanio prevede il passaggio ai beni di Tursi di tutto il sistema difensivo seicentesco e Forte Begato, che negli scorsi mesi è già stato aperto al pubblico in diverse occasioni straordinarie, sarà il progetto pilota di questa operazione che progressivamente interesserà tutte le fortificazioni. Gli uffici comunali stanno preparando così una richiesta di manifestazione di interesse per tutti quei soggetti che intendono rendersi disponibili con propri progetti che garantiscano il presidio del forte, la cura e il sostegno agli eventi di promozione, e anche un bando per la concessione dei locali bar e ristorante presso il forte stesso.

"Dopo l’accordo di ottobre dello scorso anno con l’Agenzia del Demanio, che ha sancito il passaggio dei Forti al Comune di Genova –spiega l'assessore al Patrimonio Emanuele Piazza - stiamo dando gambe ai progetti che consentiranno di valorizzare un patrimonio di notevolissimo valore storico per la città. I Forti costituiscono infatti, insieme al centro storico, ai musei e ai beni architettonici di Genova, uno degli elementi su cui puntare per la vivibilità della città e per consolidare il rilancio della nostra città come meta del turismo culturale e verde". Intanto l'assessore all'ambiente e ai forti Italo Porcile ricorda che il Comune, dopo le riaperture nella primavera-estate dello scorso anno, si è messo di nuovo in moto per apre il forte anche in questa stagione. "Notevole successo – sottolinea Porcile – hanno riscosso le due aperture domenicali di Forte Begato nel mese di marzo, con manifestazioni di carattere sportivo e culturale che ne hanno evidenziato ancora una volta l’attitudine a diventare un importante contenitore per gli eventi cittadini. L’obiettivo è naturalmente di dare continuità a queste azioni di valorizzazione, offrendo a genovesi e turisti la possibilità di riconquistare un’area ricca di suggestione per la sua posizione dominante e panoramica. Forte Begato è un luogo unico che molti genovesi ancora non conoscono e che ha invece potenzialità per accogliere numeri enormi di persone, turisti, appassionati di storia,
amanti della natura. Con la pubblicazione dei primi bandi inizia un percorso che velocemente deve condurre a raccogliere l’interesse e la disponibilità di capitali privati anche per quanto riguarda il grande corpo centrale del Forte. Nelle prossime settimane avvieremo un percorso di informazione e confronto con le categorie della città per ragionare insieme di una delle migliori opportunità che Genova può finalmente cogliere".

http://genova.repubblica.it/cronaca/2016/04/13/news/genova_un_bar-ristorante_dentro_forte_begato-137557754/?ref=search


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news