LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ENNA-Reperti "di inestimabile valore" ritrovati dalla Polizia
www.qds.it, 15/04/2016

Anfore, unguentari, lucerne, monete, terracotte figurate e votive e pesi per telai, verosimilmente provenienti da insediamenti abitativi o necropoli di siti indigeni ellenizzati, presenti nella Sicilia Centro-meridionale. Questo il bottino ritrovato dalla Polizia di Stato all’interno dell’abitazione di un pregiudicato di 56 anni, Gaetano Cosenza, originario di Piazza Armerina ma residente ad Enna, denunciato per ricettazione e impossessamento di beni archeologici. Un vero e proprio tesoro, ritenuto dagli investigatori “di inestimabile valore”, affidato alla Soprintendenza ai Beni culturali di Enna, che ha collaborato con l’Ufficio investigativo della Polizia di Stato.

“Con questa operazione – ha spiegato il sostituto procuratore Giovanni Romano – su cui hanno lavorato congiuntamente la Procura di Enna, la Squadra mobile e la Soprintendenza, abbiamo restituito alla fruizione collettiva parte di un patrimonio archeologico dell’ennese, secondo solo a Siracusa per importanza di furti di tal genere che alimentano il mercato clandestino”.

I reperti (in totale 254), alcuni dei quali presentano tracce di salsedine - segno di ritrovamento in mare - sono stati trovati nel corso di una perquisizione che la Squadra mobile di Enna stava eseguendo alla ricerca di armi. In un magazzino attiguo a un palmento, sono invece state trovate alcune scatole con gli oggetti storici.

“È probabile – ha affermato Gabriele Presti, capo della Squadra mobile - che fossero pronti per essere immessi sul mercato clandestino”.

Secondo la Soprintendenza ai Beni culturali (i pezzi sono stati analizzati dalla direttrice del Settore archeologia, Pinuccia Marchese) sono databili tra il V e II secolo a.C e proverrebbero dai siti di Assoro, Centuripe e Gela.
Le indagini continuano, in particolare per capire chi siano i compratori di questi beni. Fra gli oggetti sequestrati figurano pregevoli esempi di ceramica.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news