LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Treviglio. Santuario, a fuoco il ponteggio. Tetto danneggiato
Pietro Tosca
Corriere della sera - Bergamo 15/4/2016

Le fiamme hanno avvolto velocemente i teli dei ponteggi. Paura per l’incendio al santuario della Madonna delle lacrime, a Treviglio. Danni al tetto. Colpa del cortocircuito provocato da un’idropulitrice. Per non rovinare gli affreschi, i pompieri hanno usato gli estintori a polvere.

Una fiammata improvvisa, poi le lingue di fuoco che si propagano velocissime lungo i teli delle impalcature, mettendo in pericolo la chiesa più cara alla città. Ieri Treviglio è rimasta con il fiato sospeso quando nel santuario della Madonna delle lacrime di Treviglio si è sprigionato un incendio.

Mancavano pochi minuti alle 19 quando i passanti si sono accorti che dai ponteggi all’altezza dal tamburo della cupola, a circa 25 metri da terra, usciva del fumo. Da ottobre il santuario è completamente avvolto dal cantiere per i restauri. Gli operai impegnati nell’intervento avevano da poco tempo finito il turno e nell’area di lavoro a terra era rimasto solo il capocantiere. Ad un tratto il fumo si è trasformato in fuoco. I teli protettivi dei ponteggi hanno cominciato a incendiarsi. I primi testimoni sono rimasti senza parole. Sembrava che l’intera chiesa stesse andando a fuoco.

Il centralino dei pompieri è stato bombardato di telefonate. Il comando di Treviglio si è mobilitato inviando sul posto tre squadre. Altre due sono arrivate da Romano, una da Bergamo e due da Dalmine. Nel frattempo carabinieri e polizia isolavano il tempio transennando le vie d’accesso. Il primo a intervenire è stato il capocantiere che, armatosi di estintore, è risalito in quota cercando di contenere le fiamme. Poco dopo è stato supportato dai pompieri che hanno domato l’incendio.

A preoccupare era soprattutto il tetto che è in fase di rifacimento. Le tegole sono state rimosse ed è stato messo in posa del pralinato protetto con della plastica, materiali facilmente infiammabili. In più punti, infatti, le fiamme si sono propagate. Alla fine ne sono andate distrutte una trentina di metri quadrati. Una situazione difficile per i pompieri. L’uso degli idranti avrebbe rischiato di far filtrare l’acqua nelle volte e danneggiare gli affreschi sottostanti. La decisione dei vigili del fuoco è stata utilizzare il minimo indispensabile i getti d’acqua per poi passare agli estintori a polvere. Le operazioni di messa in sicurezza del tempio si sono concluse poco dopo le 21. La causa dell’incendio è stata individuata in un cortocircuito a un’idropulitrice utilizzata per lavare le pareti del santuario e che era rimasta in tensione. A seguire le operazioni di spegnimento del rogo monsignor Giovanni Buca, il parroco della città. Quando ha saputo che il bilancio dei danni era contenuto, il sacerdote ha tirato un sospiro di sollievo: «È un nuovo miracolo della Madonna — dice —. Dopo il 29 febbraio possiamo inserire anche la data del 14 aprile tra quelle da ricordare. Quel che conta è che non si sia fatto male nessuno e nessuna persona sia rimasta coinvolta. I danni materiali si riparano e li ripareremo». Da ottobre il santuario della Madonna delle lacrime è interessato da una imponente campagna di restauri in vista del 2022 quando si celebrerà il cinquecentesimo anniversario del miracolo. L’intervento si concluderà in autunno: prevede la pulitura e il restauro delle facciate e delle vetrate, oltre alla rifacimento di parte del tetto.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news