LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

NAPOLI-Punta Chiarito, il villaggio greco dimenticato. La Soprintendenza: “Il Comune dov’è?”
PASQUALE RAICALDO
Repubblica-Napoli, 16/04/2016

Ischia, oggi al Museo di Villa Arbusto riflettori sul sito dell’VIII secolo avanti Cristo, sommerso da un'eruzione. Ma l’area resta offlimits



C'è una piccola Pompei, a Ischia, che fatica a rivelarsi. E' l'antico villaggio greco di Punta Chiarito, sul versante sud-occidentale dell'isola: un salto carpiato nel tempo, al periodo compreso tra VIII e VI secolo avanti Cristo. Oggi, però, l'area è ricoperta da teloni verdi, le erbacce hanno però invaso tutto: ignari bagnanti transitano a pochi metri ogni giorno, direzione baia di Sorgeto, dove si fa il bagno a mare nell'acqua calda.

E dunque la visita guidata speciale di domenica 17 (ore 11) sul villaggio di Punta Chiarito non potrà che svolgersi altrove: per l'esattezza al Museo archeologico di Pithecusae, a Lacco Ameno, dove l'archeologa Maria Lauro racconterà la scoperta che - era il 1988 - fece strabuzzare gli occhi a studiosi di tutto il mondo. Durante un sopralluogo, due vigili incapparono in alcuni frammenti di anfore grezze, nel 1992 partì la campagna di scavi della Soprintendenza. Due anni dopo i primi, sorprendenti risultati.

Ma il paradosso è che oggi Punta Chiarito sia off-limits. E che per raccontarla si debba virare al Museo archeologico di Napoli, dove dal 1996 sono in esposizioni i preziosi reperti rinvenuti nell'area, o - appunto - a Villa Arbusto. Comunque lontani dalla baia dove gli antichi greci avevano deciso di stabilirsi, formando un villaggio cronologicamente contestuale a Pithekoussai, l'antica Ischia.

"La Soprintendenza ha più volte sollecitato il Comune di Forio a trovare la via del rilancio e della valorizzazione dell'area", attacca Costanza Gialanella, responsabile presso la Soprintendenza Archeologia della Campania. Un'area che insiste in larga parte su proprietà privata, con i titolari interessati al recupero. "C'è un accordo già abbozzato ai tempi della giunta regionale guidata da Bassolino - spiega la Gialanella - ma rimasto lettera morta malgrado i continui solleciti della Soprintendenza". Nel 2004 il Comune di Forio arriva anche a firmare un accordo con Soprintendenza e Regione Campania: si parla di 250 mila euro per la realizzazione del parco archeologico di Punta Chiarito. "Ecco, vorremmo capire perché non sia stato fatto più nulla".

Intanto, non si fermano gli approfondimenti sul villaggio. "Abbiamo rinvenuto i resti di almeno tre capanne, che potrebbero essere visitabili per il pubblico, peraltro in un luogo di grande valenza paesaggistica. - spiega il funzionario della Soprintendenza - Potremmo pensare di riproporre l'arredo originale con i calchi del materiale trasferito a Napoli, circa 300 reperti in ceramica e metallo". Raccontando così la quotidianità della fine dell'VIII secolo dopo Cristo e dell'inizio del VII, quando un'eruzione - sconosciuta ai vulcanologi fino agli anni Novanta - spazzò via il villaggio. "Ma alla fine del VII secolo, - spiega Gialanella -Punta Chiarito tornò a popolarsi. Qui c'erano i coloni di un fondo agricolo, ma i padroni, residenti nell'attuale Lacco Ameno, venivano per controllare e banchettare con gli amici. E' per questo che abbiamo ritrovato anche crateri e coppe e persino la grattugia con la quale ricavavano le scaglie di formaggio da mescolare con il vino. Un peccato non poterlo raccontare a dovere".



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news