LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

"Museoammare" ora Caravaggio va a Lampedusa
18 aprile 2016 LA REPUBBLICA



Ricorderà il piccolo Aylan adagiato senza vita sul bagnasciuga di una spiaggia turca. Sarà una suggestione, forse solo in parte voluta, ma inevitabile. In realtà l'Amorino Dormiente di Caravaggio, scelto dal direttore delle Gallerie delle Uffizi Eike Schmidt, per la grande esposizione internazionale di Lampedusa, rappresenterà l'espressione più alta della necessità di dialogo tra i popoli del sud e del nord del mondo.

È anche qui il cuore del progetto che sarà presentato questo pomeriggio nella Sala Farnese del comune di Bologna, dove ci sarà anche Gianfranco Rosi, regista di Fuocoammare, Orso d'oro a Berlino, film proiettato proprio a Lampedusa sabato. Da una parte ci sarà l'isola come luogo simbolo dell'accoglienza e dell'impegno al servizio della vita. Dall'altra una serie di istituzioni culturali pronte a "donare" l'arte quale strumento di comunicazione, vera e propria lingua universale per il dialogo. In questo senso gli Uffizi, primo partner museale al mondo di First Social Life, con il Comitato 3 ottobre e la Fondazione Falcone (social partner) e con il Comune di Lampedusa e Linosa lanceranno un manifesto per costruire un nuovo luogo della produzione culturale a Lampedusa. Un museo archeologico stabile che sta impegnando da un anno il sindaco Giusi Nicolini e che vedrà la nascita del primo polo culturale partecipativo con altri grandi musei.

L'esposizione aprirà a giugno e, in occasione dell'inaugurazione, saranno impegnati attori culturali ed economici. Una vera e propria cordata curata da First Social Life (che in passato ha organizzato la mostra nei luoghi simbolo della camorra a Casal di Principe) con Giacinto Palladino e Alessandro de Lisi, che punta a porre l'attenzione su un'area geografica critica attraverso un rinnovato impegno dell'arte che scende in campo a fini sociali e non economici. Nessun euro pubblico sarà speso per l'operazione, sostenuta da imprese private, come Coop Alleanza 3.0, Open Group, Sea Coop. Economicamente insomma sarà in prima linea Bologna, città simbolo della Resistenza e della cooperazione.

A Lampedusa, da giugno, ci saranno gli Uffizi, il Mibact, la Regione Siciliana, la soprintendenza di Agrigento e di Palermo, e il Museo Nazionale del Bardo di Tunisi, teatro dell'attentato terroristico del marzo 2015. Una rete destinata ad allargarsi ad altre istituzioni che si occupano di bellezza, e che consentirà il più innovativo hub per l'arte e la cultura del Mediterraneo. Il Bardo ha già assicurato l'invio di alcune opere archeologiche interessanti, altri musei siciliani saranno presenti con "pezzi" significativi, mentre gli Uffizi parteciperanno con l'Amorino Dormiente, un'opera legata a doppio filo con il Mediterraneo e con il tema della sofferenza. Caravaggio la realizzò a Malta tra il 1608 e il 1609, dove si era rifugiato in fuga da Roma per una condanna a morte per omicidio. L'obiettivo è che il tema della fuga e dell'accoglienza resti centrale, come anche quello della vita e, naturalmente, del dialogo tra i popoli nel nome della convivenza e dell'integrazione.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news