LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Via dell'Amore: il piano due anni di lavori e 16 milioni per riaprire
MARCO PREVE
17 aprile 2016 LA REPUBBLICA





Atempo di record è già stato consegnato al sindaco di Riomaggiore lo studio di fattibilità per i lavori di messa in sicurezza e quindi di riapertura della Via dell'Amore.

Per ripristinare quello che è uno dei percorsi panoramici più belli del mondo serviranno circa 16 milioni, per la precisione 15 milioni 712 mila euro comprensivi di Iva. Come annunciato dal primo cittadino Franca Cantrigliani, chi si aggiudicherà i lavori tramite gara europea potrà gestire la Via per13 anni (in realtà 15 poiché due anni è il tempo previsto di durata dei lavori). Lo studio di fattibilità tecnico economico è stato finanziato in larga parte da Filse ed è firmato dalla società Eidos, dall'ingegnere Mauro Tirelli e dal consulente Carlo Isola.

Per Cantrigliani, il sindaco della trasparenza dopo lo scandalo del predecessore Franco Bonanini finito in manette (e condannato in primo grado) per il malaffare del Parco delle Cinque Terre, un'altra tappa vittoriosa.

Dopo essere riuscita a far tornare la Via dell'Amore sotto il controllo del Comune forte anche dei pareri della Corte dei Conti (nel 2000 la giunta Bonanini aveva consegnato il sentiero, e i milioni di euro di incasso annuale, gratuitamente al Parco), poche settimane fa ha messo a segno il colpo che nessuno in tanti anni aveva mai tentato: la "Via dell'Amore" è diventata un monumento nazionale. Il ministro Dario Franceschini l'ha inserita nell'elenco dei beni di "interesse culturale" come previsto dall'articolo 10 del Codice dei beni culturali e del paesaggio che tutela "le pubbliche piazze, vie, strade e altri spazi aperti urbani di interesse artistico o storico".

Poi il compito più difficile: riaprire la Via che, a parte un breve tratto parallelo alla ferrovia, è chiusa dal 2012 per una frana che rischiò di uccidere alcune turiste australiane.

Erano seguiti tanti annunci e dichiarazioni di voler intervenire ma, a parte la propaganda politica, nulla si era mai fatto.

Ora lo studio di fattibilità indica il percorso da seguire. Prima di tutto i lavori per le opere di consolidamento "delle parti visivamente o presuntivamente instabili" e poi interventi per "barriere paramassi elastiche, strumenti per il monitoraggio idrogeologico" sono alcuni dei molti punti elencati.

Infine come pagare i 16 milioni di lavori. "L'operatore privato provvederà a gestire il transito pedonale riscuotendo un pedaggio… effettuerà la manutenzione… pagherà un canone di concessione annuo al Comune".

Secondo questo crono programma il Comune incasserà circa 150 mila euro all'anno per 13 anni, al termine dei quali la Via tonerà interamente nella disponibilità del Comune.

Entro maggio il sindaco prevede di portare la pratica in Conferenza dei servizi, e in autunno ci sarà la gara. Per il milione di innamorati che si stima ogni anno percorrano il sentiero, il tempo della riapertura si avvicina.





news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news