LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SARDEGNA - Una discarica nella necropoli preistorica di Su Crucifissu Mannu
di Emanuele Fancellu
15 aprile 2016 LA NUOVA SARDEGNA



Porto Torres, a 20 giorni da Monumenti Aperti molti siti archeologici sono in condizioni pietose. Le criticità nelle aree del Ponte Romano, Colombario e Palazzo del Re Barbaro



PORTO TORRES. A Porto Torres, sembra quasi ci si ricordi della bellezza dei siti archeologici solo in occasioni particolari come, per esempio, Monumenti Aperti. Dopo i recenti episodi vandalici che hanno riguardato la chiesetta di Balai Vicino e la Torre Aragonese, proprio per valutare lo stato dell'arte in preparazione dell'evento del prossimo maggio, la Soprintendenza ai Beni Archeologici ha deciso di procedere ad una serie di sopralluoghi per calibrare ulteriori interventi di manutenzione da effettuare nei vari siti che verranno resi fruibili per la manifestazione. Ebbene, la situazione è desolante: mai il degrado sui monumenti, a sentire i tecnici della Sede operativa turritana, è stato di portata pari a quello riscontrato nel 2015. Questo nonostante, proprio in previsione dell’importante evento, la Soprintendenza insieme alla Ales, la società in house del Ministero dei Beni culturali, impegnata da oltre quindici anni in attività di supporto alla conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale, avesse già avviato un piano di interventi straordinari nelle zone di interesse archeologico presenti nel territorio.

La situazione più grottesca si registra nel sito di Su Crucifissu Mannu, zona di necropoli preistorica di proprietà privata ma vincolata per il forte interesse archeologico. Lì, la presenza continua di escrementi e rotoli di carta igienica pronti all’utilizzo, oltre a cartacce già usate, ha trasformato l’area in una cloaca a cielo aperto. «Su Crucifissu Mannu necessita di maggiore sorveglianza per evitare che questi episodi si ripetano – spiega Franco Satta, tecnico della Soprintendenza –. La sorveglianza è importante anche per individuare le cause di questo degrado, visto che fino ad oggi quanto riscontrato non si era mai verificato». La frequentazione del sito, finora si era limitata infatti alla sola visita. Urge perciò un maggiore controllo di chi dovere su aree tanto importanti per la storia cittadina e sarda, ricordando ai maleducati che non è ammesso imbrattare e sporcare il patrimonio storico-culturale cittadino.

Ma non va meglio dell’area archeologica di Palazzo di Re Barbaro dove permane la presenza di ingombranti di vario genere accatastati dopo l'intervento della squadra dei cantieri della forestazione, elementi che andrebbero ovviamente asportati anche perché particolarmente visibili da via Ponte Romano. Il Ponte Romano è invaso dalle erbacce: nel cosiddetto lato-foce, l’erba è cresciuta a dismisura e l’area sotto le arcate è allagata, rendendo il monumento visibile solo dall’alto. A Tanca Borgona, zona di cave e di necropoli, oltre alle ormai immancabili scritte sui muri opera di writer da strapazzo, presso la cava tra gli interstizi dei vari blocchi ancora presenti nel sito spuntano qua e là immondizie varie, tra le quali spiccano diverse bambole, mentre il Colombario, importantissimo monumento funerario che ospita tombe ad incinerazione collettive, l’unico dell’antica colonia romana Turris Libisonis, è stato
trasformato in una discarica caratterizzata dalla presenza in particolare di bottigliette di plastica e lattine. Condizioni migliori, invece, dietro la palestra del Nautico, dove non più tardi di tre settimane fa l’area era stata oggetto di un importante intervento degli operatori della Ales.

http://lanuovasardegna.gelocal.it/sassari/cronaca/2016/04/15/news/discarica-nella-necropoli-di-su-crucifissu-mannu-1.13305261?ref=search


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news