LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze, gli armatori dei super yacht balleranno in Sala d'Arme
di ERNESTO FERRARA
19 aprile 2016 LA REPUBBLICA FIRENZE



Palazzo Vecchio mette a disposizione il Salone dei Cinquecento per una cena privata e poi dj set dalle 23 alle 1.30. Il tutto a 30 mila euro più Iva

Firenze, gli armatori dei super yacht balleranno in Sala d'Arme
Armatori e costruttori dei più lussuosi yacht del mondo riuniti in Palazzo Vecchio. Non solo per una cena nel Salone dei Cinquecento al termine della quale sarà premiata l'imbarcazione vincitrice del campionato mondiale dei super yacht, ma anche per un patinatissimo dj set nella Sala d'Arme dalle 23 fino alle 1.30. Il tutto per 30 mila euro più Iva, salvo colpi di scena. E se un anno fa si discusse a lungo per il maxi evento del lusso che invase Palazzo Vecchio per un congresso, anche stavolta il dibattito è aperto.

Giusto o no ospitare nel palazzo dei fiorentini un evento destinato a 400 ospiti esclusivi, costruttori o proprietari di imbarcazioni con costi fino a 100 milioni di dollari? Perché no, è la tesi di Palazzo Vecchio, dal momento che si tratta di un buon affare per le casse comunali e anche di un evento in grado di attrarre sul territorio persone molto facoltose e foriere di rapporti di altissimo livello. Tanto più che la cantieristica navale ha proprio in Toscana, nel distretto di Viareggio, uno dei poli nazionali più importanti, in questa fase a caccia di un rilancio. E toscano è anche Navigo, il consorzio di 100 imprese della nautica che è partner di Boat International Media, l'organizzatore dell'evento.

Anche il tema della fruizione degli spazi pubblici, fanno notare da Palazzo Vecchio, non è poi così dirimente visto che il museo sarà chiuso solo dalle 18 di sabato 14 maggio per permettere il "gala dinner" dei 400 ospiti del "World Superyacht award". Anziché essere aperto al pubblico fino alle 23 com'è dal primo aprile in poi, il museo sarà chiuso 5 ore prima. I visitatori però già dal 14 si imbatteranno nei preparativi. Gli allestimenti scatteranno dal 13: tutto il Salone sarà circondato di videowall, grossi maxi schermi, che trasmetteranno le immagini della serata e degli yacht finalisti, quelli che riceveranno il premio. Ce ne sono diversi per ogni categoria, come "I Dinasty", 109 metri, o "Symphony", 101, o il più umile "Irimari", 63 metri. Ad allietare gli ospiti l'Orchestra del Maggio musicale fiorentino: proprio il sovrintendente Francesco Bianchi ne ha parlato nei giorni scorsi alla commissione cultura del Consiglio comunale rivendicando le enormi potenzialità che può produrre per il teatro un rapporto di questo tipo, se è vero che i partecipanti ad un evento simile a Londra nei mesi scorsi raccolsero in una serata una dozzina di milioni di euro di finanziamenti.

Non tutto è comunque dovuto, tiene a spiegare il cerimoniale di Palazzo Vecchio. Guidato da Carmela Valdevies, l'ufficio ha imposto un divieto agli organizzatori, seguiti dall'agenzia Enic di Stefano Gabrielli: niente musica nel Salone. Infatti gli ospiti dopo la cena potranno scendere lo scalone vasariano e attraverso il cortile di Michelozzo entrare nella Sala d'Arme, dove si terrà il party. Quello sì, con la musica. Un dj set andrà avanti fino a tarda notte, decibel autorizzati fino alle 1.30. Il prezzo? Forse già nella giunta di oggi o in quella della prossima settimana arriverà la delibera di giunta sulla copromozione dell'evento. Solo lì si capirà
la cifra precisa che dovranno sborsare gli organizzatori, anche se l'accordo fin qui fatto con loro prevede una cifra di 30 mila euro più Iva, comprensivi dei rimborsi per gli extra del personale. E niente restauri di monumenti. Non si accontenteranno solo di Palazzo Vecchio gli ospiti del mega evento degli yacht: il 13 maggio cocktail party dalle 19.15 alle 21.30 alla galleria degli Uffizi, sabato degustazioni a palazzo Antinori e visita privata all'atelier di Stefano Ricci.

http://firenze.repubblica.it/cronaca/2016/04/19/news/gli_armatori_dei_super_yacht_balleranno_in_sala_d_arme-137920201/


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news