LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Augusta, l'attacco dei 5Stelle: "Petrolio, trivelle e affari. La combriccola siciliana"
di ISABELLA DI BARTOLO
18 aprile 2016 LA REPUBBLICA



Manifestazione in piazza dei grillini con Di Battista e Fico: "Per i conflitti di interessi questo governo è peggio di quello berlusconiano"



Augusta diventa per una sera la capitale del popolo grillino. “E dovrebbe diventare l’Arabia Saudita dell’energia pulita, non il simbolo degli “emendamenti-marchette”. Dalla piazza della Chiesa Madre del parroco che sfida il Petrolchimico, don Palmiro Prisutto, si leva il grido di indignazione del Movimento 5 stelle contro “Trivellopoli”. A lanciarlo sono i deputati nazionali Alessandro Di Battista e Roberto Fico assieme al sindaco grillino di Augusta, Cettina Di Pietro. Con loro anche il parlamentare regionale Giancarlo Cancellieri che ha chiesto al governatore Crocetta di bloccare le elezioni di UnionCamere Sicilia “alla luce della situazione che vede protagonista Montante”. “Esiste un comitato d’affari tutto siciliano – ha detto la parlamentare Nunzia Catalfo – composto da imprenditori che da Augusta gestisce affari privati a danno dell’interesse collettivo. Una situazione che noi abbiamo denunciato già nel 2014 e che, adesso, continueremo a seguire per fare chiarezza una volta per tutte”. Le hanno fatto eco Mirella Liuzzi e Davide Crippa, rispettivamente componenti della commissione Trasporti e Attività produttive. “Abbiamo anche denunciato lo strano emendamento salva-società di ingegneria – ha detto Crippa – che potrebbe agevolare casi come quello del fidanzato del ministro Guidi, Gianluca Gemelli”. I pentastellati hanno anche riacceso i riflettori sulla decisione di Eni di dismettere l’impianto Versalis di Augusta “che invece dovrebbe divenire simbolo di industria green”, ha detto il sindaco Di Pietro che ha anche fatto cenno alle bonifiche bloccate per la rada di Augusta. “Lo Stato ci chiede adesso 800mila euro per bonificare il sito – ha detto il primo cittadino grillino – mentre dovrebbe essere lo Stato, secondo l’accordo di programma del ministero dell’Ambiente, a stanziare le somme per il futuro di Augusta. Noi dunque rimandiamo la richiesta al mittente”. Mentre la deputata Maria Marzana ha ricordato come nei pressi delle industrie di Augusta stia morendo il sito archeologico di Megara Hyblaea tra l’indifferenza delle istituzioni.
A chiudere l’agorà dei 5 stelle sono stati gli interventi di Di Battista e Fico. “Il porto di Augusta è al centro dell'inchiesta della cricca del petrolio – ha detto Di Battista – Noi sappiamo bene che il Parlamento non risponde ai cittadini ma a "combriccole" che determinano le scelte controllando i parlamentari. Sappiamo anche che il conflitto d’interessi
sia il problema di questo Paese: il governo Renzi è in questo peggio di quello berlusconiano”. Fico ha chiesto ai cittadini di sostenere il movimento 5 stelle per riavvicinare il popolo alle istituzioni. E tra il pubblico, davanti alla sua Chiesa, don Prisutto ha commentato: “Bisogna andare fino in fondo allo scandalo che riguarda Augusta. Gli interessi sono elevatissimi e il nostro territorio resta il distributore di benzina d’Italia. Non serve che a questo”.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news