LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Chioschi da cui spuntano alberi: è Corte Reale
GAIA RAU
19 aprile 2016 LA REPUBBLICA



LA NOVITÀ LO SPAZIO ESTIVO DAVANTI ALLA PALAZZINA CHE APRE IL 28



« QUASI pronti» promettono le scritte sui ponteggi che da qualche giorno sono spuntati di fronte alla Palazzina Reale di Santa Maria Novella, di fronte alla grande vasca con le statue dell'Arno e la sua Vallata di Italo Griselli. Coprono, ma solo in parte, sette parallelepipedi bianchi, di altezze diverse, coperti ma vuoti all'interno, i cui spigoli si intersecano con i tronchi dei tre pini che svettano sulla piazza: sono i futuri chioschi di "Corte reale", il nuovo spazio estivo — l'inaugurazione, meteo permettendo, è prevista per giovedì 28 aprile — realizzato da Reale, il ristorante, caffetteria e tapas bar aperto al dicembre al piano terra della palazzina. Di cui quello che sta prendendo forma non sarà una semplice appendice all'aperto ma, assicura Aldo Settembrini, ideatore del locale, «molto di più: abbiamo pensato a una vera e propria piazza cittadina, aperta a tutti, dove ascoltare musica dal vivo e mangiare cibo di strada di qualità». Realizzati sulla base di un progetto «condiviso con Grandi Stazioni e con la soprintendenza ai beni architettonici, con cui — precisa l'imprenditore — abbiamo lavorato benissimo e che non solo ha valutato le nostre idee ma anzi ci ha guidato nell'elaborare un allestimento "leggero", compatibile con un luogo così importante dal punto di vista storico-artistico», i nuovi chioschi proporranno, in particolare, specialità di varie regioni italiane tra cui arrosticini di pecora abruzzesi, piadine romagnole, arancini e granite siciliane, hamburger di chianina, pizze e focacce romane, oltre alle immancabili tapas di Reale, al fiorentinissimo gelato del Vivoli e alla birra cruda di Pedavena, da Trento. Il cibo potrà essere consumato in piedi o seduti: sono previsti punti di appoggio e aree relax, realizzati con strutture mobili. Cuore dell'allestimento sarà la fontana, per anni abbandonata e protetta da inferriate e, per l'occasione, interamente restaurata. L'altro grande ingrediente del progetto, oltre a quello culinario, sarà la musica: «Abbiamo ideato un festival — spiega Settembrini — lungo centocinquanta giorni. Ogni sera, per i prossimi cinque mesi, ospiteremo concerti dal vivo, con gruppi e street band itineranti, per creare un'atmosfera gioiosa e divertente. Ci saranno poi eventi artistici organizzati in collaborazione con l'Ordine degli architetti, che ha stabilito la sua sede all'interno della palazzina». Quanto all'accesso, sarà libero e gratuito, «ma ci assumeremo la responsabilità di organizzare un controllo all'ingresso, proprio perché questo nuovo spazio si inserisce, così come le altre attività inaugurate nel corso dell'anno in stazione, in un processo di riqualificazione di tutta l'area: insieme a Fratelli Cuore, VyTA, Venchi e a tutti gli altri stiamo lavorando in grande sinergia, e credo che i risultati siano sotto gli occhi di tutti».






news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news