LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CHIETI. Musei, aperto di domenica solo quello universitario
18 aprile 2016 il Centro



CHIETI. “Chieti città della cultura", è lo slogan più volte ripetuto da chi amministra Chieti, per segnalarne la vocazione e indicarne le potenzialità legate al patrimonio archeologico e monumentale che l'antica Teate ha la fortuna di possedere. Ma come trova applicazione concreta questo impegnativo slogan? Forse chiudendo la domenica, come è stato deciso, i nostri importanti musei, quello nazionale di Villa Frigeri e quello della Civitella e rendendo invisitabili tutti gli altri reperti, dal teatro romano alle terme?

La brutta, anzi bruttissima realtà è che la domenica a Chieti è aperto un solo museo, quello Universitario. E' l'unico che i turisti possono visitare, l'unico che salva, o comunque attenua la vergogna, di un città che proprio la domenica mette le sbarre a ciò che invece dovrebbe promuovere e far funzionare a orario continuato per rendere concreti tutti i discorsi, che peraltro partono dallo stesso ministro Dario Franceschini, che parlano di sfruttamento dei nostri beni culturali. Invece per tutta l'estate, se non interverranno auspicabili ripensamenti, sia il sabato pomeriggio che la domenica i musei rimarranno chiusi. A questo punto bisogna solo essere grati all'Università d'Annunzio, al direttore del museo professor Luigi Capasso e a tutti i dipendenti per il fatto che restano aperti la domenica.

Mettono a disposizione della città e degli eventuali turisti un museo che merita certamente molta attenzione, per quanto mostra nelle sue sale e per il livello raggiunto anche nella ricerca e nello studio riguardante tutto ciò che del passato merita di essere conosciuto e mostrato. Infatti ci sono esposti preziosi fossili, scheletri e riproduzione di grandi animali preistorici, percorsi che raccontano l'evoluzione dell'uomo, attraverso immagini e reperti, collezioni di animali imbalsamati che sono stati recuperati anche da scuole cittadine, interessantissimi oggetti che raccontano la scienza e i progressi fatti nel tempo. C'è poi una sala espositiva dove si possono vedere delle mummie rinvenute nel territorio abruzzese, oltre ad una riproduzione della famosa mummia di Innsbruck, Otzi, per studiare la quale quando riemerse dai ghiacciai delle Alpi venne chiamato anche Capasso.

C'è infine tutta una sala riservata ad una
davvero eccezionale collezione di opere d'arte raffiguranti tartarughe, donate al museo dal mecenate Alfredo Paglione, raccolte dalla compianta moglie Teresita. Ci sono lavori firmati da Guttuso, da Fontana e da tanti altri importanti artisti.(gi.di.ti.)



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news