LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Udine, tesori archeologici abbandonati all’incuria
di Alessandra Ceschia
30 aprile 2016 IL MESSAGGERO VENETO

Giovanni Marsico (Identità civica): i resti dell’antica fornace invasi dalle erbacce. Presto un’interrogazione anche sulla targa a Giovanni da Udine


UDINE. Tesori archeologici e storici dimenticati, ricoperti dalle erbacce, quando non dai rifiuti gettati a terra da gente maleducata e irrispettosa.

Non è necessario andare in periferia per trovare qualche esempio, basta rimanere nel centro cittadino. A indicare un sito che dovrebbe essere non solo protetto, ma anche valorizzato, è Giovanni Marsico consigliere comunale di Identità civica che, sull’argomento, ha intenzione di presentare un’interrogazione in consiglio comunale per chiedere un intervento tempestivo ed efficace.

«La città di Udine offre tante occasioni per leggere la storia di antichi insediamenti – osserva Marsico –. Una di queste è rappresentata dai resti dell’antica fornace di fianco alla chiesa di San Francesco che, a mio parere, non vengono valorizzati, stanti le condizioni indicibili in cui versa il sito in questione. A nulla vale, purtroppo, il luogo in cui si trova: proprio di fronte all’ingresso del Comune di Udine in via Beato Odorico da Pordenone. Mi chiedo perchè non si possa valorizzare il sito, senza sostenere alcuna spesa, degnandolo almeno di una doverosa cura e pulizia, privandolo della erbacce che ne hanno invaso la superficie» postula Marsico.

Nell’agosto 1985, in occasione dei lavori di restauro preventivo delle fondazioni della chiesa di San Francesco, furono rinvenute alcune ossa di persone inumate. Il cantiere fu quindi oggetto di uno studio da parte del personale scientifico dei Civici musei di Udine che potè evidenziare, in corrispondenza della testata settentrionale del transetto, i resti delle cappelle rimaste in funzione fino all’inizio del secolo scorso.

Poco più a est la trincea aperta dalla pala meccanica evidenziò una fossa con numerosi frammenti ceramici protostorici che fu oggetto di un successivo scavo e recupero effettuato dalla Soprintendenza archeologica in collaborazione con i Civici musei.

L’intervento mise in luce a nord e a sud del transetto della chiesa materiali protostorici risalenti all’età del ferro e del bronzo medio-recente.

Fu individuata una struttura a pianta rettangolare utilizzata come forno in fossa per la produzione di recipienti ceramici.

Eppure, fa notare Marsico, quei resti non solo non sono segnalati, protetti dalle intemperie e valorizzati, ma sono invasi dalla vegetazione e trascurati.

Un altro segno di incuria, che l’esponente di Identità civica evidenzia, riguarda la presenza della lapide commemorativa intitolata a Giovanni da Udine.

«L’insegna che campeggia in via Gemona è ormai illeggibile – osserva Marsico – il profilo dorato con il quale erano state realizzate le lettere non è più leggibile, eppure, la targa apposta nel dicembre 1874 dall’Accademia udinese indica l’abitazione in cui visse per lungo
tempo il pittore e architetto che nacque nel 1487 in Borgo Grazzano. «Non credo che un intervento di restauro comporti un costo eccessivo – osserva Marsico – ma certo darebbe le possibilità a chi percorre la strada di leggere il contenuto di quella targa».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news