LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Brera e Cenacol. Doppia chiusura
Francesca Gambarini
Corriere della Sera - Milano 1/5/2016

Polemiche per Brera e il Cenacolo chiusi il Primo Maggio

Chiusi due volte in sette giorni. Per la Pinacoteca di Brera e il Cenacolo Vinciano la settimana dei «ponti» di aprile, lunedì 25, festa della Liberazione, e oggi, domenica Primo Maggio, festa dei Lavoratori, diventa un caso. Due dei più importanti musei milanesi inaccessibili in giornate potenzialmente positive per l’afflusso di turisti.

Occasione persa? In realtà i musei stanno solamente seguendo le «regole»: il lunedì è il giorno di chiusura per entrambe le strutture (sotto l’egida del MiBact); mentre il primo maggio è una delle tre date, insieme a 1 gennaio e 25 dicembre, in cui si riposa. Tanto che la Pinacoteca non aveva aperto nemmeno l’anno scorso, in coincidenza con l’inaugurazione di Expo.

Ma oggi è anche il giorno in cui i musei dovrebbero essere aperti e gratis, per l’iniziativa del ministro Dario Franceschini #DomenicaalMuseo, che si svolge ogni prima domenica del mese. Così altri poli milanesi, come il Museo del Castello Sforzesco o il Museo del Risorgimento, rimasti chiusi lunedì per il riposo settimanale, oggi apriranno. Con una postilla, ben segnalata in rete: a causa dello sciopero proclamato da Usi-Ait, «per l’intera giornata si potrebbero avere possibili ripercussioni sulla regolare apertura dei musei civici». Aperto invece, in via straordinaria, come si legge sul sito dei Beni Culturali, l’Archivio di Stato di via Senato. Insomma, una settimana di gincana tra porte sbarrate, annunci («Caro visitatore, il nostro museo il 1 maggio festeggia la Giornata Internazionale dei Lavoratori. Ci scusiamo per il disagio», si legge chiaramente sulla homepage della Pinacoteca) e sorprese. Tutto a pochi mesi da Expo. «Il primo maggio abbiamo rispettato il diritto della squadra di godere della festa dei Lavoratori» spiega il direttore di Brera, James Bradburne. «Il 25 aprile invece abbiamo discusso insieme le varie possibilità, come è accaduto per Pasqua e Pasquetta, quando la Pinacoteca è restata aperta. Questa volta abbiamo rispettato il giorno settimanale di riposo, come fa la maggioranza dei musei in Europa: è necessario per ragioni tecniche, di movimentazione opere o lavori di riallestimento». E infatti a Parigi, a settembre i lavoratori hanno scioperato contro la decisione del governo di tenere aperto il Musée d’Orsay, il Louvre e Versailles 7 giorni su 7.

«Se ci fosse stato il minimo obbligatorio per legge, cioè il 30% del personale esclusa la sicurezza esterna, si sarebbe potuto aprire, sia lunedì che oggi: per Brera servono 34 persone» dice Vito Romito, funzionario Cgil Fp Milano. «Ma deve essere una decisione su base volontaria: per questo nei siti più piccoli come, per esempio, le grotte di Catullo o l’area di Castelseprio, è più facile aprire». Poi, naturalmente, è anche questione di risorse. «Quando i musei autonomi saranno veramente autonomi sarà forse possibile agire diversamente e fare una negoziazione diversa coi lavoratori, una trattativa locale che non è ancora realizzabile in questo momento di passaggio» pronostica Bradburne. «Ci sono ancora problemi strutturali, come la gestione centralizzata delle risorse e del personale» analizza Romito. «Vedremo quando la riforma sarà completata, adesso c’è ancora molta confusione. Intanto la settimana scorsa abbiamo firmato l’accordo sui servizi minimi in caso di sciopero (come da «decreto Colosseo», quello emanato a settembre dopo le chiusure di alcuni siti romani per le assemblee sindacali, ndr ): Brera e Braidense saranno sempre accessibili di mattina, per il 50% dell’orario».

E qualcosa già si muove, in fatto di orari: «Dal 5 maggio parte “Brera di sera”: saremo il primo museo statale di Milano a restare aperto fino alle 22.15» annuncia Bradburne. Per festeggiare, giovedì 5 l’entrata sarà gratuita, dalle 18.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news