LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma, le edicole sacre tesori incustoditi
Paolo Conti
Corriere della Sera - Roma 1/5/2016

La Soprintendenza comunale, stavolta bisogna riconoscerlo, si è mossa bene e con efficienza. Dopo aver consultato gli archivi, ha scoperto che l’opera del 1867 che raffigurata la Madonna col Bambino e san Filippo Neri, contenuta nell’edicola sacra di via di Panico, non è misteriosamente scomparsa ma semplicemente rubata. Il furto è avvenuto nel marzo 2007 e la segnalazione alle autorità di polizia (tecnicamente non la denuncia, perché la Soprintendenza non ne è la proprietaria) risale al mese successivo. Poi le altre mosse appartengono al Condominio, che secondo la legge è il titolare di quel bene. Nei giorni scorsi la provocazione che abbiamo registrato, cioè la «apparizione» di un fotomontaggio col volto della cantante Madonna Ciccone collocata in una immagine mariana. Risolto dunque il mistero del vuoto: i tecnici incaricati dalla Soprintendenza di restaurare l’opera con le tre figure molto legate alla devozione popolare romana di quella zona della città (almeno un tempo) la ripristinarono con i fondi del Giubileo del 2000 e la rimisero al suo posto. Ma poi il pezzo sparì, una notte del marzo 2007, ed è facile immaginarne la sorte, il mercato dell’arte rubata. Qualche considerazione. Roma è ricchissima di edicole sacre sparse per la città. Un censimento della Soprintendenza capitolina, che sottolinea di non esserne comunque la proprietaria, ne ha calcolate ben 522. Un autentico tesoro sparso per le vie, espressione della fede più popolare. Il problema è che si tratta di una collezione di beni alla portata di qualsiasi ladro, come dimostra il caso di via di Panico. Difficile suggerire soluzioni facili. Sarebbe però urgente una presa di coscienza dei condomìni proprietari delle edicole: se si possiede un pezzo di storia di Roma, è obbligatorio avere consapevolezza di ciò che si protegge. Magari studiando adeguate misure antifurto, insieme alla Soprintendenza. E sinceramente stupisce che i proprietari dello stabile di via di Panico non abbiano avvertito l’elementare bisogno di riempire quel vuoto, magari con una copia concordata con la Soprintendenza. Certo, allarma la facilità con cui si può spogliare Roma dei suoi beni. Quel furto ha richiesto un’organizzazione (una scala, più persone, un mezzo di trasporto) in mezzo alla strada. Però nessuno ha visto, nessuno ha sentito. Il cuore antico della città, ormai strapieno di fast food e di bed and breakfast, muore anche così: con la scomparsa di chi, a quelle immagini, era legato da generazioni e quindi le proteggeva, sentendole proprie. Tutto finito, e che amarezza.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news