LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. Archivio del Bianchi a rischio. Trasferita la dirigente storica
Anna Marchitelli
Corriere del Mezzogiorno 1/5/2016

Ex ospedale psichiatrico, la funzionaria è stata trasferita in un altra struttura dell’Asl Napoli 1

NAPOLI. L’ex ospedale psichiatrico Leonardo Bianchi, quell’enorme cittadella che in calata Capodichino copre una superficie di 220mila metri quadrati, serba al suo interno un patrimonio unico al mondo: 60mila cartelle cliniche a partire dal 1850.

Un gioiello archivistico custodito da anni da Anna Sicolo, dirigente del Polo Archivistico Sanitario, che ha aperto le porte dell’ex manicomio a ricercatori e studiosi italiani e stranieri, ad eventi culturali in collaborazione con il comune di Napoli, e si è impegnata a far conoscere il patrimonio al fuori delle mura della città, com’è accaduto nel luglio scorso all’Expo di Milano nel padiglione della Kip International School, in collaborazione con la facoltà di Architettura dell’università Federico II che ha presentato un progetto di recupero e riqualifica dell’ex manicomio. Ma oggi l’archivio è in pericolo. Secondo una disposizione dell’Asl Napoli 1 Centro, firmata dal commissario straordinario Renato Pizzuti, Anna Sicolo, insieme con gli altri tre impiegati, lunedì dovrà prendere servizio, in seguito a una ricollocazione delle risorse umane, presso il presidio sanitario Elena D’Aosta e consegnare il patrimonio artistico al dottor Gennaro Rispoli. «Nel 2013 — dichiara Sicolo — l’allora neo direttore Ernesto Esposito decise di istituire un polo archivistico sanitario con delibera 747 del 30 aprile 2013 e nominò me, già dirigente del dismesso presidio Leonardo Bianchi e già referente del progetto per il recupero e la fruizione dell’archivio storico, dirigente del costituendo Polo archivistico sanitario. Presentò l’atto aziendale con delibera 1048 del 28 giugno 2013 che a pagina 7 contiene l’individuazione del Polo». Privare l’archivio della sua unica risorsa intellettuale vuol dire renderlo inaccessibile.

«Ho lavorato alla dismissione dell’ex manicomio al fianco dell’allora direttore Fausto Rossano — prosegue — ho accompagnato l’ultimo paziente fuori da questa struttura la sera del 22 novembre del 2002, ho affiancato l’associazione Centro Studi Antonio D’Errico per la messa in sesto dei fascicoli e delle cartelle cliniche e supportato la Soprintendenza Beni Archivistici della Campania per il progetto nazionale di recupero degli archivi degli ex ospedali psichiatrici “Carte da legare”. Dopo quel 22 novembre sono scappati tutti lasciando il Bianchi nell’abbandono totale, io sono restata rinunciando a un incarico dirigenziale, non volevo abbandonare l’archivio.

E con i 3 operatori che avevano scelto di restare abbiamo iniziato a riorganizzare il patrimonio, pur stando, ancora oggi, in uffici senza internet e senza riscaldamenti.

Ora che il Bianchi vive un momento positivo grazie all’attenzione mediatica locale e nazionale che sta ricevendo, frutto del nostro appassionato lavoro, e all’indomani della convenzione stipulata con il Suor Orsola Benincasa che ha favorito la creazione di una rete con gli archivi manicomiali di Aversa e Nocera Inferiore, si è risvegliata un’improvvisa attenzione per l’archivio. Inoltre, all’interno dell’Asl, corre voce che dall’ufficio di gabinetto della Regione siano giunte richieste a favore di Rispoli, primario di chirurgia dell’ospedale Ascalesi e direttore del museo delle arti sanitarie».

Oggi questo luogo della memoria tenuto vivo da Anna Sicolo con i suoi tre collaboratori, nonostante la decadenza e l’incuria delle istituzioni, rischia di essere strappato dalle mani di chi lo ha difeso e valorizzato con dedizione, rispetto e professionalità. «Adesso — conclude — nel Bianchi siamo 60mila più 1 a non avere voce».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news