LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Arrivano i fondi per la Cavallerizza e la Cittadella
MARIACHIARA GIACOSA
03 maggio 2016 LA REPUBBLICA



PRIMA IL PROGETTO, ora i soldi. Arrivano a Torino quindici milioni di euro per la Cavallerizza e il completamento dei giardini di Palazzo Reale: soldi stanziati dal Cipe, il comitato per la programmazione economica, che consentiranno al Comune di iniziare a tradurre in realtà il dossier di recupero del futuro distretto culturale presentato dal sindaco Piero Fassino appena una decina di giorni fa. «Siamo felici — dice ora il primo cittadino — che il ministro Franceschini e il governo abbiano accolto il nostro progetto sulla Cavallerizza, il cui recupero consente di completare e valorizzare ulteriormente l'intero complesso dei Musei Reali». Una parte di queste risorse saranno utilizzate per sistemare le Orangerie su corso Regina e i musei del Polo Reale, il resto, almeno 6 o 7 milioni di euro, andrà per i lavori di riqualificazione del primo piano degli edifici della Cavallerizza. «I lavori potranno partire molto presto — prosegue il sindaco — dando così corso al progetto che prevede la Cavallerizza come distretto culturale del centro con attività culturali, museali e teatrali che accresceranno ulteriormente l'offerta della città».

A seguire le prossime fasi sarà l'assessore al Bilancio Gianguido Passoni: «Entro luglio avremo pronti gli studi di fattibilità per i progetti individuati dal master plan, poi capiremo da cosa iniziare per riqualificare questo luogo che è davvero unico».

Nel piano per la rinascita della Cavalleria, pensato dalla Homers dell'architetto Matteo Robiglio e dagli economisti di Equiter, c'è di tutto, tranne le residenze di lusso private che tanto avevano agitato gli occupanti del complesso dichiarato patrimonio dell'umanità dall'Unesco. Lo spazio sarà, piuttosto, un nuovo polo di cultura in centro alla città. Ci saranno la galleria per le mostre temporanee del Polo Reale e il teatro che avrà un allestimento in grado di essere "ritirato" così da poter usare il locale come ulteriore spazio espositivo.

I soldi del primo maggio non sono solo per Torino. Il governo ha previsto altri 25 milioni per il recupero della Cittadella di Alessandria, la fortificazione del XVIII secolo costruita da Savoia per difendere il proprio regno. «È la prima apertura di credito da parte del governo verso la nostra città dopo gli anni bui del dissesto», ammette il sindaco Rita Rossa, che domenica ha ricevuto la telefonata del ministro Franceschini. «È dagli anni Sessanta che dal governo non arrivava una cifra così consistente per la nostra città — ricorda il sindaco — se escludiamo i soldi per la ricostruzione dopo le alluvioni». I soldi del Cipe sono immediatamente disponibili e si aggiungono ai 9 milioni di fondi europei messi a disposizione dalla Regione: «Ora si tratta di tradurre questa grande occasione in una sfida per tutta la collettività» incalza il primo cittadino. Per i 70 ettari alle porte di Alessandria, servono infatti idee e progetti: «La prossima settimana — annuncia il sindaco — è già convocato un tavolo di lavoro con la Sovrintendenza per iniziare a lavorare su proposte concrete».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news