LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA - Ex Cirio, fondi per recuperare un tesoro
di Angela Sabetta
04 maggio 2016 LA CITTà DI SALERNO



CAPACCIO Riallestimento del museo, musealizzazione degli scavi del santuario Santa Venera, ristrutturazione dell'ex opificio della Cirio: sono questi gli interventi previsti per il sito archeologico di Paestum, che ha ottenuto 20 milioni di euro stanziati nell'ambito del Piano strategico turismo e cultura proposto dal ministro dei beni e attività culturali e del turismo, Dario Franceschini. Il Piano prevede un investimento di un miliardo di euro e Paestum è tra i 33 interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e di potenziamento del turismo culturale. Un finanziamento atteso da anni che, per l'antica città di Poseidonia, significa soprattutto strappare dal degrado e dall'incuria l'ex stabilimento Cirio e recuperare il patrimonio archeologico, che insiste al di sotto dello stesso. Nell'ex fabbrica infatti, c'è una parte del santuario di Santa Venera in parte riportato alla luce con scavi fermi da tempo proprio per la mancanza di risorse economiche. Un potenziale di attrattività turistica dimenticata da anni, a pochi passi dai templi. La cifra stimata per la riqualificazione dell'opificio è intorno ai 10 milioni. L'ipotesi progettuale è di ristrutturare l'ex stabilimento Cirio per farne spazi in cui allestire mostre, ospitare caffé, librerie, servizi al pubblico. Risalente all'inizio del Novecento, l'ex fabbrica è stata acquistata nel 2005 dalla Soprintendenza per circa tre milioni di euro. Lo stabile versa oggi in uno stato di forte degrado con i soffitti in parte crollati. Nel 2007 la Soprintendenza presentò un progetto per ottenere un finanziamento che, però le fu negato. Con le poche risorse a disposizione ha provveduto alla messa in sicurezza di una parte dello stabile ma, nel frattempo, il bene si è degradato. «L'idea – spiega il direttore Gabriel Zuchtriegel – è di riuscire ad includere nelle visite anche quel posto fascinoso legato all'acqua e alla fertilità». La scorsa estate il Comune con la collaborazione di volontari ha bonificato tutta l'area che circonda l'ex fabbrica invasa dall'erba alta riportando alla luce parte dei resti dell'antico santuario. Il recupero dell' ex Cirio, offrirebbe a Paestum tanti spazi in più per sostenere il suo rilancio e puntare a moltiplicare i visitatori, passando dagli attuali 250mila ad almeno un milione l'anno. «Una parte sarà recuperabile ma non tutto – precisa il direttore – ci sono alcuni capannoni molto degradati». Ottenuti i finanziamenti è possibile che la Soprintendenza decida di affidarsi ad un grande nome dell' architettura. Recentemente, attraverso un decreto firmato dal ministro Franceschini, sono stati allargati i confini dell'area archeologica includendovi la cinta muraria e gli edifici della vecchia fabbrica di pomodori, che rappresenteranno ulteriori percorsi culturali. I fondi consentiranno anche la musealizzazione degli scavi del santuario di Santa Venere, in parte già visibili, ma non accessibili. Durante la fase degli scavi sono stati rinvenuti numerosi reperti custoditi nel museo: anche questo sarà sottoposto ad interventi di ristrutturazione che consentiranno di ampliare gli spazi di esposizione oltre che riqualificare l'immobile rendendolo più funzionale in generale.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news