LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pubblicità sui monumenti la ditta di restauro lascia i cantieri
07 maggio 2016 LA REPUBBLICA




I MONUMENTI in città impacchettati e fasciati da vistose pubblicità sono sotto gli occhi di tutti. E il «business» dei restauri fa gola a molti. Così in campagna elettorale anche i monumenti cittadini, malmessi e vilipesi, diventano un'arma da giocare: esplode il caso "Monumentando".

Ieri l'attacco dell'avvocato Gaetano Brancaccio dell'associazione "Mario Brancaccio": «Più i monumenti restano impacchettati, più la società che ha vinto l'appalto ci guadagna». Oggi la replica di Giuliano Annigliato, l'amministratore di Uno Outdoor, la società che nel 2013 ha vinto la gara per il restauro di 27 monumenti: «Non ci sto a finire nel tritacarne della campagna elettorale. Perché prima di scagliare il suo attacco Brancaccio non ha detto di essere un candidato nella lista Valente?». E quelle di Annigliato non sembrano essere solo parole: «Ho appena firmato l'accesso agli atti, chi crede che qualcosa non funzioni da oggi può rivolgersi alle autorità competenti. Io non ho niente da nascondere». «Credo che Napoli non sia pronta - è la reazione di Annigliato - in questa città fare l'imprenditore è dura, appena qualcuno fa qualcosa si alzano i censori, si mettono barriere. Certo in questa operazione la società che gestisce la pubblicità ci guadagna, ma ci guadagnano anche i restauratori (ricordo che abbiamo anche assunto tre architetti), ci guadagna chi fa pubblicità perché ha visibilità e ci guadagna la città a cui vengono restituiti dei monumenti grazie a sponsor privati». E al di là della politica, questa è un'operazione in cui girano molti soldi e c'è una grande concorrenza. L'associazione Mario Brancaccio, negli anni ‘90 sponsorizzò il restauro del gruppo scultoreo della Partenope sulla facciata del San Carlo o la Guglia del Gesù per esempio. E c'è un'altra società di pubblicità che ha avviato al Comune le pratiche per il restauro della fontana in piazza Sannazzaro, per un importo di circa 14 mila euro, domanda che è stata bloccata per un ricorso legale proprio della Uno Outdoor. Domanda che porta la firma anche della restauratrice Valeria Napolitano, della Vn Restauro, che per anni ha lavorato proprio con Annigliato, fino al restauro della fontana del Carciofo. Poi ha rotto i rapporti: «Ho aspettato mesi per avere quello che mi spettava. La Uno Outdoor incassa i soldi dagli sponsor, allunga i tempi e poi non pagava chi svolgeva il lavoro. È stato estenuante. Sono dovuta andare via. Ho fatto io i progetti per il restauro della Colonna spezzata, per il monumento a Diaz e per la fontana della Spina Corona, e non ho ricevuto un euro». «Chiunque ha lavorato con noi - replica Annigliato- è stato pagato. Io se non fossi pagato farei un'ingiunzione, non me ne andrei e basta. Davvero viene voglia di lasciarla questa città». E i lavori che vanno a rilento? Voce pacata e documentata nel coro è quella del comitato Portosalvo: «Per ogni cantiere ci dovrebbe essere una data di inizio e di fine». Alcuni come la Fontana del Carciofo, la Colonna spezzata o la fontana del Seguro sono state riconsegnate alla città. Altri come la statua alla rotonda Diaz o le Torri Aragonesi sono in fase di stallo. Per la rotonda Diaz il 7 marzo sono stati presentati i progetti e si attende il via libera della soprintendenza. In attesa dei permessi anche le Torri Aragonesi. Intanto le pubblicità sono state montate. In due casi però i monumenti sono stati restauratati anche senza pubblicità: è il caso della fontana del Seguro e di quella delle Zizze.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news