LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PUGLIA - Crac del Petruzzelli il gelo del ministero "Osservato speciale ma niente altri soldi"
ANTONIO DI GIACOMO
28 maggio 2016 la Repubblica





GLI occhi del ministero per i Beni culturali sul Petruzzelli. Non è evidentemente una questione "locale" l'affaire della Fondazione lirico sinfonica barese, travolta in questo 2016 prima dall'inchiesta che ha portato all'arresto dell'ex direttore amministrativo e ora dall'effetto valanga delle vertenze degli ex lavoratori del teatro, sistematicamente vinte dai ricorrenti per la singolare mancanza del documento di valutazione del rischio.

A testimoniarlo sono le parole di Ninni Cutaia, direttore generale dello Spettacolo dal vivo al Mibact, che riconosce: «Stiamo seguendo con la massima attenzione le vicende del Petruzzelli, premesso che mi sembra ci sia un dato di fatto, ovvero che la nuova gestione della fondazione lirica barese, attraverso l'impegno del presidente Gianrico Carofiglio e del sovrintendente Massimo Biscardi, abbia evidenziato una netta volontà di mettere le cose a posto. Ed è tangibile. Com'è noto ci sono delle indagini in corso che daranno dei risultati, ma è altrettanto evidente che il teatro si sia dato molto dare per cercare di mettere in chiaro certe situazioni e individuare una svolta per il futuro».

Fatto sta che, a complicare le cose, si è aggiunto il problema delle vertenze, talmente ingombrante da esporre il Petruzzelli al rischio di crac. «I fatti degli ultimi giorni collegati alle sentenze dei tribunali del lavoro — avverte Cutaia — destano molta preoccupazione per l'impatto sul bilancio e questo, sì, complica davvero la situazione perché oggi le risorse sono quelle che sono e già lo Stato ha certamente compiuto il suo dovere sia con la quota del Fus che poi con il riparto del fondo Bray destinato al risanamento del Petruzzelli, insieme con altre sette fondazioni liriche». Come a dire che, per rispondere all'Sos lanciato dal teatro barese, non ci sarebbero risorse. «Bisognerà valutare l'impatto reale di queste determinazioni dei giudici del lavoro» avverte il direttore: «Ad oggi il ministero non ha alcun fondo ulteriore per nessun teatro, non solo per il Petruzzelli, se non le risorse all'interno del Fondo unico per lo spettacolo. Oltre questo, per chiarirci, e almeno allo stato attuale, non esiste alcun altro fondo al quale poter attingere ».

Segno, insomma, che i quattro milioni di euro in più ipotizzati dal sovrintendente Biscardi per scongiurare il rischio di crac del Petruzzelli sarebbero un miraggio. Ma tant'è. E se resta vivo il rebus del documento di valutazione del rischio, Cutaia osserva: «Stiamo apprendendo fatti che vanno chiariti, sono legati al passato ma è necessario capire cosa sia realmente successo perché se ci sono livelli di responsabilità è opportuno che si chiariscano. In questo senso, è positivo che i vertici della Fondazione stiano cercando di capire cosa sia accaduto: è necessario accertare se questo documento c'era e, in caso affermativo, perché non sarebbe stato esibito. Non è una questione secondaria ».

E proprio su questo versante il sovrintendente Biscardi fa sapere: «Sto aspettando di ricevere tutte le relazioni che ho richiesto al personale del teatro per appurare se il documento di valutazione del rischio alla riapertura del teatro, nel 2009, fosse stato appron- tato e, se sì, per quale motivo non è stato presentato alla magistratura. Non solo: subito dopo, nominerò una commissione di esperti per la verifica degli atti di quel periodo ».

Nel frattempo, poi, Concetta Santochirico, legale degli ex lavoratori ricorrenti, anticipa che il primo giugno sono attese le sentenze per una decina di ex professori d'orchestra, «per i quali chiediamo il riconoscimento di un rapporto a tempo indeterminato: hanno lavorato per il teatro con impropri contratti di scrittura artistica. E confidiamo di essere riusciti a provare che sotto la simulazione di un contratto autonomo c'era invece un rapporto subordinato a tutti gli effetti ».

Un'altra tegola sul Petruzzelli, insomma. A rischio di commissariamento, allora? «Certo, in linea di massima non si può escludere in assoluto, ma — confida Cutaia — non mi sembra che possano ravvisarsene motivi e presupposti. È vero che vi si può ricorrere in presenza di gravi irregolarità, ma lo è altrettanto che quanto finora emerso non può essere riconducibile all'attuale governance del teatro. Così come il mancato equilibrio di bilancio rappresenta una delle cause per il commissariamento ma qui, rispetto al 2015, ci sembra che i conti del Petruzzelli siano regolari».




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news