LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENEZIA - Franceschini apre la partita sulle periferie
di Enrico Tantucci
28 maggio 2016 LA NUOVA VENEZIA




La Biennale delle periferie "battezzata" dal Governo Renzi. Il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini ha inaugurato ieri il Padiglione italiano alla Biennale Architettura curata dallo studio veneziano TAMassociati e dedicato proprio al progetto di recupero degli spazi urbani della marginalità. E oggi nella Sala delle Colonne di Ca' Giustinian sarà lo stesso presidente del Consiglio Matteo Renzi, di ritorno dal Giappone, a inaugurarla nel corso della cerimonia della premiazione. Una sua precisa volontà di intervenire sui temi della cultura e della nuova architettura da Venezia, visto che al termine della premiazione il premier, da un palco di fronte al Padiglione centrale della Biennale terrà un discorso. Ma già ieri Franceschini, ai Giardini e all'Arsenale con il presidente della Biennale Paolo Baratta e il curatore Alejandro Aravena per visitare Reporting from the front - la mostra principale dedicata ai temi dell'architettura sociale e delle emergenze abitative - e i principali padiglioni stranieri e poi intervenendo all'inaugurazione del Padiglione italiano ha chiarito come il tema del recupero delle periferie urbane degradate sia centrale nell'azione del Governo. «Il Novecento è stato il secolo in cui l'Italia, sia pur tra molte difficoltà - ha detto il ministro - ha vinto la battaglia per il recupero dei suoi centri storici. Il secolo attuale sarà quello in cui dobbiamo attuare il delicato recupero delle nostre periferie, con un'opera complessiva di riqualificazione. Lì non c'è solo degrado, c'è anche bellezza. È una grande sfida». Franceschini ha parlato dell'impegno del Governo e del ministero per la riqualificazione delle periferie urbane, ricordando anche che nel miliardo di euro stanziato dal Cipe per i Beni Culturali sono previsti a tale riguardo degli specifici interventi. Il ministro ha quindi sottolineato la questione legata ai possibili vincoli che - a norma di legge - potrebbero riguardare indistintamente tutte le aree urbane periferiche anteriori al 1945-46. E ha ricordato la necessità di fare un lavoro comune con le Soprintendenze di «autoformazione collettiva» in quanto non si può pensare di mettere vincoli su tutto. Al discorso di Franceschini ha fatto da contrappunto prima quello, appassionato e un po' polemico, del sindaco di Venezia (e vicepresidente della Biennale) Luigi Brugnaro. «Ricordo innanzitutto che gli spazi in cui siamo sono di proprietà della città di Venezia e sono dati alla Biennale solo in concessione - ha esordito Brugnaro - e per quanto riguarda le periferie non serve il buonismo, ma posti di lavoro. Meno riunioni, meno convegni, meno mostre e più fatti. Dobbiamo ricostruire Porto Marghera, che ha perso 30 mila posti di lavoro e abbiamo bisogno di architetti ma anche dei fondi del Governo. Quest'anno la Biennale dedica un padiglione anche a Porto Marghera e ne ha aperto uno anche a Forte Marghera. Bisogna continuare, perché il futuro di questo Comune non è Venezia, è Mestre, dove c'è la gente che vive». «Capisco il sindaco - ha poi replicato Franceschini - ma qualche riunione è comunque necessaria, se si vuole decidere qualcosa». Ha fatto capolino alla Biennale ieri anche Beppe Grillo, in visita privata. Oggi, come detto, è già tempo di Leoni, con l'assegnazioni di quelli d'Oro per il miglior partecipante e il miglior Paese e quello d'Argento per l'architetto più promettente, oltre alla possibilità per la giuria di una serie di menzioni, Sarà consegnato anche il Leone d'Oro alla carriera all'architetto brasiliano Paulo Mendes da Rocha. Grande incertezza sulle decisioni sulla giuria con paesi come la Germania, il Cile, l'Olanda. La stessa Italia che sembra, insieme ad altri, poter essere in lizza per un riconoscimento. Grande lotta anche per i premi riservati agli architetti, per cui qualcuno faceva anche i nomi del trio americano Ochsendorf/Bloch/Dejong, del colombiano Simon Velez, della nostra Maria Giuseppina Grasso Cannizzo, del progetto dell'architetto Shigeru Ban con l'artista Jaeeun-Choi. Ma l'incertezza, con tanti candidati possibili, ieri era ancora sovrana.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news