LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il Ministero addormentato
di Salvatore Settis
L'Espresso, 3 giugno 2016

Abolite le soprintendenze archeologiche, la tutela è stata affidata alla burocrazia delle prefetture. Una lunga storia di competenze scippate ai Beni culturali

SECONDO L'AGIOGRAFIA corrente, la fondazione dei ministero dei Beni
Culturali (1975) è merito di Spadolini, suo primo titolare. A dire il vero Spadolini ebbe due predecessori, Camillo Ripamonti e Giuseppe Lupis (IV e V governo Rumor). Ministri senza portafoglio, come all'inizio Spadolini: ma il ministero con portafoglio fu davvero una buona idea? All'indomani della fondazione, Sabino Cassese lo definì «una scatola vuota», Giovanni Urbani «un buco nero, capace di inghiottire tutto, e tutto nullificare in vuote forme verbali». Urbani avrebbe messo insieme beni culturali e ambiente, ma le alchimie romane generarono due distinti ministeri, quello dei Beni culturali e ambientali e quello dell'Ambiente (creato nel 1986), separati in casa fino al 1999, quando i "beni ambientali" sparirono dal nome del primo.
Ma le intenzioni di Spadolini?
Misuriamole dalla sua prefazione a I Beni culturali dall'istituzione del Ministero ai decreti delegati (1976).
Le leggi di tutela del 1902 e 1909, scrive, sono quelle «su cui riposa ancora quel che è stato fatto nel trentennio della Repubblica». Nessun cenno alla legge sul paesaggio firmata nel 1920 da Benedetto Croce, né alle leggi Bottai (1939). Non una
sillaba sull'art. 9 della Costituzione, peraltro dimenticato anche nella legge istitutiva. Intanto, ministro da otto mesi, Spadolini subiva in silenzio la devoluzione dei beni culturali alla Sicilia (agosto 1975). Nato come una bella addormentata, il Ministero si sveglia ogni tanto di soprassalto, di solito per giocare al ribasso, come quando Franceschini abolisce le soprintendenze archeologiche e invischia la tutela in una crescente burocrazia, sottoponendola ai prefetti. Forse, come nella Bella addormentata, il sortilegio di una fata permalosa, scagliato sulla culla del ministero neonato, lo condanna a inciampare di continuo.
Sarà stata la fatina dell'Ambiente?



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news