LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPO NELL'ELBA - «Galenzana, il sentiero esiste e va riaperto»
07 giugno 2016 il tirreno



L'amministrazione comunale permette la chiusura della strada costiera pubblica e mette a posto i sentieri al servizio dei privati. È quanto denuncia l'associazione Legambiente che mette ancora una volta sotto la lente l'area di pregio di Galenzana. «Nei giorni scorsi – raccontano dall'associazione – l'amministrazione comunale di Campo nell'Elba ha dato, con due distinte delibere, l'autorizzazione alla manutenzione e ripristino di due sentieri che servono allo stesso agriturismo che ha chiuso ormai da anni la strada costiera che porta all'accesso storico alla spiaggia di Galenzana. Alcuni cittadini e, a quanto ci risulta, un consigliere comunale, hanno chiesto spiegazioni su quelle delibere delle quali all'albo pretorio online del Comune sono state affissi solo i frontespizi e le comunicazioni inviate a alla Sovrintendenza, senza specifiche e cartografie allegate. A queste richieste è stato risposto che i cittadini non avevano interesse diretto e al consigliere comunale non era stato fornito il materiale richiesto». Legambiente dice di non sapere se i lavori autorizzati sono quelli già in corso nell'area di Galenzana, che hanno comportato l'allargamento di percorsi fino a renderli carrabili e la creazione di radure che somigliano a parcheggi. «Lavori che - dicono da Legambiente - hanno comportato anche danni ai muretti a secco». La Commissione paesaggio del Comune, nella seduta del 6 maggio 2016, aveva espresso parere favorevole «in quanto trattasi di intervento di riqualificazione di tracciato esistente in disuso», ma mentre l'amministrazione comunale campese «autorizza rapidamente i privati ad ampliare sentieri - spiegano - non li obbliga a riaprire il percorso costiero esistente in disuso forzato di Galenzana. I privati asseriscono che quel sentiero non esisteva. Tesi che, contro ogni evidenza, ha convinto anche la precedente e l'attuale amministrazione comunale, che fino ad ora non ha mosso un dito, nonostante una interrogazione parlamentare a firma Marisa Nicchi (SEL/SI) e del presidente della Commissione ambiente della Camera Ermete Realacci (PD)". «I privati - insistono da Legambiente - che hanno chiuso il percorso pubblico asseriscono che non esisterebbero le prove della presenza di quel sentiero costiero storico che hanno sbarrato e che loro, comunque, hanno riaperto altri accessi a Galenzana, giustificazioni che sembrano bastare alla giunta campese, che però ci tiene molto a permettere agli stessi privati di riqualificare altri tracciati esistenti in disuso.Il problema è che quel sentiero, che Legambiente ripristinò nel 1992 insieme all'associazione Albergatori elbani, è ben visibile nelle fotografie aeree della zona Salandri – Galenzana che vanno dal 1954 al 2007. Dopo, la proprietà precedente dell'agriturismo cominciò a occultare il sentiero con vegetazione e ad apporre cartelli che deviavano il passaggio, fino alla recente chiusura con una staccionata a monte e al cedimento del tratto finale della staccionata dell'agriturismo a valle, prima dell'ingresso alla discesa in muratura che portava alla spiaggia e che è stato lasciato crollare». In base a quelle foto, Legambiente chiede all'amministrazione campese di applicare al sentiero pubblico di Galenzana le stesse rapide decisioni accordate ai «tracciati esistenti in disuso», per i quali ha concesso la "manutenzione e ripristino" e di intervenire immediatamente «perché venga riaperto un accesso costiero chiuso con prepotenza da chi poi riapre altri sentieri e li rende carrabili, senza porsi eccessive preoccupazioni ambientali e decidendo secondo il proprio tornaconto quali siano i sentieri accessibili e quali no».




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news