LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bronzi e pallone per rinascere
di CARLO MUSCATELLO
08 giugno 2016 IL CENTRO



I Bronzi di Riace che finalmente hanno una casa degna, nel rinato Museo Archeologico di Reggio Calabria. E poi il Crotone promosso a sorpresa in serie A, terza squadra calabrese (dopo il Catanzaro negli anni Settanta e la Reggina a cavallo fra i millenni) ammessa alla massima serie del campionato di calcio. Chissà, unendo sacro e profano, arte e sport, cultura e pallone, la Calabria potrebbe finalmente trovare lo spunto, la forza, il coraggio per rinascere da arretratezze e povertà secolari. Sì, perchè oggi la punta dello stivale è ancora la regione più povera d'Italia (dati dell'Unione Europea sui redditi pro capite). Ha il 65% di disoccupazione giovanile. È una terra dalla quale si continua a partire per motivi economici, per cercare lavoro, per fame, oggi come ieri, come sempre. E intere aree rimangono drammatico ostaggio delle mafie e della criminalità organizzata. Eppure è terra ricca di ottocento chilometri di coste, circondata dalle acque dello Ionio e del Tirreno, baciata da una natura generosa ma per buona parte massacrate dai disastri compiuti dall'uomo. È terra di antichi insediamenti, culla della Magna Grecia, dove sopravvivono usi e costumi e culture secolari. Fra borghi e paesi, castelli e chiese, palazzi e monasteri. Da quando nell'agosto '72 sono state rinvenute in mare a otto metri di profondità, a trecento metri dalla costa dinanzi a Riace, fra Locri e Punta Stilo, le due statue sono diventate un'icona pop, oltre che il simbolo di Reggio Calabria (ultimo posto nella classifica della vivibilità, nella classifica redatta dal Sole24Ore) ma anche dell'intera regione. Di provenienza greca, databili attorno al V secolo a.C., alti quasi due metri, "il giovane" e "il vecchio" sono le assolute star del rinnovato museo, inaugurato pochi giorni fa alla presenza di Renzi dopo un lungo e accurato lavoro di restauro filologico. Il borgo di Riace, intanto, quarantaquattro anni dopo il ritrovamento delle statue, è tornato recentemente agli onori delle cronache come mirabile esempio di integrazione fra migranti e locali. Il sindaco Domenico Lucano è stato inserito dalla rivista americana Fortune, assolutamente a sorpresa, fra le cinquanta personalità più influenti del pianeta. Unico italiano. Alla faccia della 'ndrangheta. Ma torniamo ai Bronzi, che sono soltanto uno degli elementi di grande interesse del museo. Gli esperti lo considerano infatti il più importante museo italiano sulla Magna Grecia. Offre un percorso che parte dal secondo piano e lungo quattro livelli torna a pianoterra, dove in una sala sono visibili le due statue, ripercorrendo l'antichità calabrese dal Paleolitico alla tarda età romana. Con i tesori delle varie città della Magna Grecia: Sibari, Crotone, Caulonia, Locri... L'allestimento è un'esposizione permanente con duecento vetrine che espongono il meglio del patrimonio archeologico della Calabria, che comprende fra l'altro un mosaico con scena di palestra risalente al II-III secolo a.C., ritrovato sotto Palazzo Guarna, sul lungomare della città, quello che Gabriele D'Annunzio consacrò «il chilometro più bello d'Italia». C'è dell'altro. Da qualche settimana Reggio Calabria ha un intero palazzo dedicato a opere d'arte sequestrate alla mafia: de Chirico, Guttuso, Dalì, Fontana, Sironi, Ligabue, Carrà, accanto ad artisti del 1600 e del 1700. È la collezione del boss Gioacchino Campolo, sequestrata dallo Stato e ora fiore all'occhiello del grande Palazzo della Cultura, nato da un ex brefotrofio degli anni Venti: 125 quadri, i "gioielli della mafia", in quattromila metri quadrati con le finestre affacciate sullo Stretto. Il pacchetto completo è un'opportunità di crescita sociale, civile, culturale ed economica di una città e di una regione che sarebbe un peccato non cogliere. Magari coniugandola, come si azzardava all'inizio, alla promozione del Crotone in serie A. Che potrebbe diventare ossigeno per la città di Pitagora (nato a Samo, ma che dal 530 a.C. creò proprio nell'antica Kroton la scuola pitagorica, cenacolo di scienza, matematica, musica...) e Milone, ma anche dei cantautori Rino Gaetano e Sergio Cammariere. Pronipoti della Magna Grecia. twitter@carlomuscatello

http://ricerca.gelocal.it/ilcentro/archivio/ilcentro/2016/06/08/aquila-bronzi-e-pallone-per-rinascere-27.html?ref=search


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news