LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Tanti grandi nomi per comprare le ville toscane
Giulio Gori
Corriere fiorentino 9/7/2016

Ci sono nomi come Ernst & Young e Sotheby’s tra gli investitori interessati a comprare ville e edifici di pregio in Toscana. Ieri mattina, emissari delle due società inglesi (il colosso della finanza e la nota casa d’aste) erano a Firenze per saperne di più su alcuni degli edifici messi in vendita dalla Regione. Un’ottantina di intermediari di altrettanti investitori si sono riuniti in sala Pegaso di Palazzo Sacrati Strozzi, accolti dall’assessore al Patrimonio Vittorio Bugli, per sondare il terreno e per conoscere meglio le proposte della Toscana. Tra questi, oltre a Ernst & Young e Sotheby’s, erano presenti emissari dell’immobiliare Reag (affiliata alla newyorkese Duff & Phelps, a sua volta controllata dal Carlyle Group, il più grande fondo privato di equity al mondo) e la fiorentina Progenia (che ha alle spalle la famiglia Fratini e l’architetto Adolfo Natalini). Lì, in piazza Duomo, dalla lista dei primi 32 edifici da alienare, ieri ne sono stati presentati otto, con foto, schede tecniche e spiegazioni in inglese: a Firenze, Villa Olga Basilewsky , Villa Fabbricotti e il complesso di via Pietrapiana; fuori porta, villa Larderel a Pozzolatico e l’ex ospedale di Luco del Mugello; a Pisa, il complesso di via Roma e Palazzo Battaglia e casa Cecconi; a Pistoia, il complesso di corso Gramsci. Tra gli ottanta emissari, nessuno sembra aver scoperto ancora le carte e dichiarato un interesse specifico per gli otto edifici presentati o per gli altri 24 già in vendita (tra cui spiccano Sant’Antonino a Fiesole e l’ex ospedale psichiatrico di Volterra). Ma la loro presenza è frutto di un lungo lavoro di Bugli. L’assessore, che sui nomi dei presenti ieri ha alzato una cortina di fumo, ha iniziato a lavorare a questa partita lo scorso marzo, durante il Mipim di Cannes, il principale evento europeo dedicato al mercato degli immobili di lusso. «Abbiamo parlato delle nostre proposte a operatori del settore italiani e internazionali — spiega Bugli — Poi abbiamo trovato nuovi contatti con la mailing list di Invest in Tuscany, la nostra struttura che si occupa di investimenti. Oggi (ieri, ndr ) è stata l’occasione per noi per rafforzare i contatti, per gli investitori un modo per conoscere meglio noi e i nostri edifici in vendita». L’idea della Regione è valutare, d’intesa con i Comuni, la destinazione d’uso con l’investitore interessato. Ma la vendita degli edifici, in quanto di proprietà pubblica, dovrà passare da un’asta. Poi, dopo ogni vendita, l’elenco delle «32 meraviglie» sarà via via integrato con nuove strutture da alienare.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news