LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

«Parchi a rischio. Creiamo una lista degli ecologisti»
Marika Giovannini
Corriere del Trentino 10/7/2016

Non sono piaciute agli ambientalisti trentini le parole del ministro Gian Luca Galletti sul futuro dei parchi. Il delegato regionale della Lipu Sergio Merz indica «l’unica scelta possibile» da seguire. Prospettando la costruzione di una lista civica del mondo ambientalista».

TRENTO. L’appello è rivolto a tutte le associazioni ambientaliste trentine. E guarda alla prossima tornata elettorale: dopo le ultime dichiarazioni del ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti sul futuro dei parchi (Corriere del Trentino di giovedì), il delegato regionale della Lipu Sergio Merz indica «l’unica scelta possibile» da seguire. Prospettando la costruzione di una lista civica del mondo ambientalista, «con personaggi di spicco», in grado di attrarre tutti quegli elettori che, in qualche modo, gravitano attorno alle varie associazioni. «Non è possibile — tuona il delegato della Lega italiana protezione uccelli — disperdere più di 15.000 voti in partiti e partitini che non ci rappresentano. Siamo stufi di scegliere il male minore, che poi minore non è».

Uno sfogo duro, quello di Merz. Maturato dopo aver letto le parole del ministro. «Per i parchi e le aree protette trentine e non solo — osserva l’esponente ambientalista — sono tempi duri. Dopo aver urbanizzato, depredato, violentato gran parte del territorio trentino, ora si punta all’ultimo baluardo ambientale che miracolosamente finora si è in parte salvato». Il quadro, secondo Merz, è a tinte fosche. «Lo smembramento dello Stelvio, gravissimo dal punto di vista della conservazione, e la volontà di sfruttamento turistico fine a se stesso dei due parchi Adamello Brenta e Paneveggio Pale di San Martino la dice lunga sulle intenzioni di questa classe politica vecchia di idee e legata a uno sviluppo turistico non più sostenibile». Che rischia di far diventare il Trentino, avverte il delegato Lipu, «solo una palestra a cielo aperto, con biciclette ovunque anche su sentieri in alta quota, downhill e fatbike invernali sulle le piste da sci, gare e competizioni di giorno e di notte, anche negli angoli più reconditi e tranquilli dei boschi, non tenendo conto delle presenze di animali». Insomma, «un’aggressione continua al territorio, pericolosa per la sopravvivenza degli animali selvatici» accusa Merz. Che ai politici rivolge domande precise: «Quando ne avremo abbastanza? Quanti dovranno essere i turisti per appagare l’appetito mai sazio degli operatori turistici? Quando si accorgeranno che hanno perso il valore primario che faceva della nostra provincia una delle più belle del mondo? Chi pagherà per scelte scellerate e non più risanabili?». Provocazioni che Merz lancia con amarezza. «Eppure — aggiunge subito l’ambientalista — almeno nei parchi provinciali si potrebbe valorizzare enormemente un turismo attento all’ambiente, che scommetta sugli aspetti paesaggistici e faunistici, fatto di escursionisti camminatori, i quali ormai non hanno più posti dove poter camminare tranquillamente senza rischiare di essere investiti».

E a bocciare senza appello le parole di Galletti è anche Luigi Casanova, portavoce di Mountain Wilderness, che su Facebook commenta aspro l’intervento dell’esponente romano: «Il ministro — scrive Casanova — ha ottenuto la medaglia d’oro. Il peggior ministro dell’ambiente mai avuto in Italia, nonostante sia arduo trovare tracce di competenze nei suoi predecessori».

Intanto, le associazioni ambientaliste trentine si preparano a seguire con attenzione il dibattito in consiglio provinciale relativo al disegno di legge sullo Stelvio: si parte la prossima settimana.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news