LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il fascino della Via Francigena
Michele De Feudis
Corriere del Mezzogiorno - Bari 11/7/2016

Un viaggio attraverso gli itinerari battuti dai pellegrini diretti in Terra Santa e successivamente meta di religiosi e viandanti tra fede e voglia di paesaggio

La pietra bianca delle cattedrali romaniche, il verde delle campagne con gli ulivi, la maestosit dei borghi antichi. I tempi frenetici della modernit hanno determinato la riscoperta delleducazione alla lentezza e al camminare. La via Francigena pugliese pu risvegliare una ricerca pi laica (come nel volume di Alcide Pierantozzi, Tutte le strade portano a noi, Laterza), o sensibilit pi mistiche, come nel saggio di Sergio Valzania, Andare per le Cattedrali di Puglia, edito da Il Mulino.

Lontani da wi-fi e caricatori di smart phone, in una parola dalla eccedente modernit, si pu riscoprire in Puglia lanima profonda ed eterna del pellegrino, del viandante alla ricerca dei luoghi dellanima, accompagnati dai segni fatali del genius loci.

Per Valzania, autore televisivo ed accademico, la via Francigena pugliese, seguendo il tracciato dei fedeli che dalla Capitale nel periodo del Medioevo si dirigevano a Brindisi per poi solcare lAdriatico verso i luoghi sacri della Terra Santa, pu incantare per la bellezza di un itinerario ricco di sorprese, che unisce le cattedrali di Ruvo e Bitonto con il rigore semplice della Basilica di San Nicola a Bari.

I viandanti, i pellegrini tratteggia Valzania nella sua opera non si fermano mai ad ammirare un paesaggio, come fanno invece gli automobilisti (). Camminando si diventa parte del territorio che si attraversa, lo si conosce da dentro e non si prova il desiderio di osservarlo dal di fuori, anzi, lidea stessa di estraniarsi dal luogo nel quale ci si trova per assumere latteggiamento di chi cerca una bellezza paesaggistica appare incomprensibile.

Il sudore e la fatica del cammino diventano strumenti per ritrovare una quiete psicologica, con il pellegrino libero di lasciare che i ricordi di viaggio si depositino nella mente con il disordine delle foglie che cadono dagli alberi.

Non solo devozione religiosa, o cattolicesimo rigenerato dal connubio tra fede e natura: camminare per la via Francigena pugliese una scelta di cura per la propria esistenza, perdendo il proprio sguardo nelle geometrie di borghi centenari e di architetture dove larte declina il genio italiano. Il rosone di Ruvo, la meraviglia del mosaico del grifo a Bitonto e le venature ecumeniche nella cripta della Basilica di San Nicola, dove si incrociano preghiere in russo, canti popolari in dialetto barese, e versi del rito antico in latino sono tanti tasselli del mosaico incantato del territorio pugliese.

Da riscoprire rinunciando ai ritmi tribali delle giornate postmoderne, scommettendo nel vincere e leventuale stanchezza i propri limiti in un cammino a piedi, tra lentezza, dolcezza dei paesaggi e ricerca interiore di equilibrio.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news