LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CIVIDALE - Martedì la demolizione della storica ciminiera di Cividale, in parte sarà ricostruita
di Lucia Aviani
10 luglio 2016 il Messaggero Veneto



Il fumaiolo sarà fatto saltare per ragioni di sicurezza. Dalle 14 lo stop al traffico a Rubignacco. Il ripristino in tre anni


CIVIDALE. Scatterà alle 14 di martedì il blocco totale della circolazione (veicolare e pedonale) sulla strada regionale 356 di Cividale, in corrispondenza della frazione di Rubignacco, per la precisione all'altezza della vecchia fornace, la cui storica ciminiera (camino di ben 45 metri d’altezza, edificato nel 1886 e ristrutturato nel 1920) è destinata all’abbattimento per ragioni di pubblica sicurezza.

L’ordinanza di chiusura del tracciato, che sarà off limit per un’area di circa 300 metri, risalente al 27 giugno, porta la firma del direttore della Divisione di esercizio di Fvg Strade, competente sull’arteria. In caso di maltempo, si evidenzia, l’operazione sarà rinviata al primo giorno utile a partire da giovedì.

Nel documento non viene indicato, invece, l’orario di riapertura al transito del percorso, che rimarrà impraticabile – si evidenzia genericamente – per il tempo strettamente necessario a far saltare il fumaiolo con cariche esplosive e a consentire la completa dissolvenza delle polveri, in modo tale da poter garantire la praticabilità della 356 senza alcun tipo di rischio. Sarà comunque l’autorità di pubblica sicurezza presente in loco a determinare quando sarà opportuno riattivare il traffico sulla regionale.

Si annuncia, insomma, qualche inevitabile disagio per chi proverrà dalla zona di Faedis e Torreano e sarà diretto verso Cividale: nella fascia del primo pomeriggio risulterà obbligata la scelta di vie alternative.

A seguito di accordi intercorsi con la Prefettura di Udine, il servizio di posizionamento degli sbarramenti stradali atti a garantire l’inaccessibilità, per chiunque, del tratto in oggetto, nonché della segnaletica verticale del caso (indicante il divieto di transito), secondo le norme del nuovo codice della strada sarà a carico della polizia municipale di Cividale.

L’ordinanza chiude definitivamente i giochi, dunque, facendo naufragare le ultime speranze di salvataggio di un bene rappresentativo di una significativa porzione di storia cittadina. L’intesa raggiunta dalla proprietà della ciminiera con la Soprintendenza regionale, a seguito dell’obbligo alla demolizione sancito dal Comune sulla base di un parere vincolante dei vigili del fuoco del Comando provinciale, prevede la distruzione della parte pericolante della torre.

Resterà la base ottagonale, quindi, da cui si innalza il cilindro, il quale peraltro dovrà essere parzialmente riedificato nel nome della memoria storica (secondo misure determinate dalla Soprintendenza): l’operazione di ripristino dovrà concretizzarsi entro 3 anni.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news