LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MANTOVA - La Rotonda di San Lorenzo diventa accessibile ai disabili
03 luglio 2016 LA GAZZETTA DI MANTOVA



Presto rampe per l'accesso in carrozzina. L’associazione proprietaria del monumento strappa il sì dalla Sovrintendenza. Un mese e mezzo di lavori. L’appello ai mantovani: «Aiutateci a pagarli»


MANTOVA. La Rotonda di San Lorenzo non sarà più tabù per i disabili. Sono iniziati i lavori per costruire due rampe che permetteranno a chi è in carrozzina di accedere senza difficoltà al tempio di piazza Erbe. I nuovi accessi verranno realizzati ai lati, «mangiando» una parte della scalinata attuale. I due piani inclinati consentiranno l’accesso al monumento nei due sensi di marcia: la salita e la discesa saranno, dunque, garantite senza intralcio alcuno. «La settimana scorsa – spiega Amerigo Berto, presidente dell’Associazione per i monumenti domenicani, proprietaria del monumento – abbiamo predisposto un campione di lavori per il sovrintendente che mercoledì ha visitato il cantiere e ci ha dato l’ok. Pensiamo di finire in un mese e mezzo. Realizzeremo anche un percorso per i non vedenti, intervento complicato con una tecnologia particolare».

Il cantiere, dunque, è già impiantato. I tracciati dei futuri camminamenti protetti sono delimitati da alte transenne a ridosso dei due muretti che separano l’uno piazza Erbe e l’altro piazza Concordia. Durante i lavori il tempio rimarrà aperto regolarmente. «Il sovrintendente – dice Berto – ci ha imposto che le due rampe si mimetizzino con la scalinata. Così useremo lo stesso materiale. Verranno tolti i gradini verso i due muretti e sostituiti con un piano inclinato, mentre rimarranno le cordolature in marmo bianco».
Le due rampe si allargheranno mano a mano che raggiungeranno la Rotonda: «Si partirà con una larghezza di un metro per arrivare in fondo a 2 metri e 20 centimetri. I due tagli interni saranno in squadra con la scalinata verso piazza Erbe da una parte e l’ex hotel San Lorenzo dall’altra».
I lavori costeranno 30mila euro: «Confidiamo nella generosità dei mantovani. Più di 20mila euro li abbiamo già, il resto speriamo che arrivi dai nostri concittadini che già hanno dato dimostrazione di attaccamento ai loro monumenti partecipando alla grande alla nostra campagna ‘adotta un mattone’ che ci ha consentito di mettere insieme 160mila euro per il restauro della Rotonda».

Berto si sofferma sulla storia della scalinata che ora verrà ridotta: «Fu voluta, insieme ai rami anteriori del muro che cinge in parte la Rotonda, dal Comune il 16 dicembre 1939. Il 1° giugno era stata approvata la legge 1089 sulla tutela dei beni storici, ma pare che la Sovrintendenza non mise bocca sul progetto dell’Ufficio tecnico comunale. Il sovrintendente venne a visitare il cantiere solo due mesi prima della conclusione dei lavori, iniziati il 27 dicembre 1939». Il 20 aprile 1940 i lavori, assegnati a ditte di fiducia senza gara, sono terminati. Il problema adesso è pagarli: il preventivo iniziale era di 40mila lire, ma a consuntivo si sale a 52.016 lire. Il Comune, nel luglio del 1941, si accorge di non avere tutti i soldi, per cui decide di recuperare la somma mancante tagliando i lavori di restauro del Palazzo della Ragione da poco affidati all’architetto Andreani.




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news