LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Trentino.Stelvio, la legge approda in Consiglio. Sat: preoccupati dalle frasi di Galletti
Marika Giovannini
Corriere del Trentino 12/7/2016

«Un discorso che culturalmente fa un passo indietro». Claudio Bassetti, presidente Sat, liquida così le parole del ministro Gian Luca Galletti sul futuro delle aree protette. «Sono preoccupato» ammette Bassetti, che boccia l’idea di prevedere imprese nei parchi: «Così la biodiversità viene cancellata». E in vista della discussione in consiglio provinciale del disegno di legge sullo Stelvio (in agenda questa settimana), Bassetti sottolinea: «In questi anni su questo tema abbiamo registrato poca attenzione. Oggi il parco non ha presidente né direttore, avrà tre piani di parco che dovranno essere armonizzati da un comitato composto da politici, i quali naturalmente non hanno le competenze scientifiche naturalistiche adeguate».

TRENTO. Claudio Bassetti non usa mezzi termini: «Quello del ministro è stato un discorso che culturalmente fa un passo indietro». Dopo le reazioni caute dei presidenti dei parchi e le critiche degli ambientalisti, anche il presidente Sat non risparmia giudizi trancianti sulle parole pronunciate a Trento da Galletti.

«Personalmente — osserva Bassetti — sono molto preoccupato su quanto prospettato da Galletti sulla legge 394. Vorremmo un ministro in grado di garantire le finalità della legge e i valori ambientali che abbiamo in Italia. E, nel caso di una modifica della norma, vorremmo che fosse legata a un rilancio della tutela naturale». Un tutela «non passiva, ma attiva», precisa Bassetti, che cita la legge per ricordare (anche al ministro) che all’interno dell’attuale norma si parla già di integrazione uomo-ambiente e di «sperimentazione di attività produttive compatibili». «Nella legge — aggiunge — non si parla di parchi come “museo”. I parchi, in quella visione, dovevano essere dei laboratori per sperimentare dei modelli di integrazione uomo-natura da esportare anche fuori dalle aree protette». Per questo, secondo Bassetti, «il messaggio di Galletti è sbagliato». Una «sparata». «La biodiversità — ricorda il presidente — è una ricchezza e lo sforzo del ministero dovrebbe essere quello di spiegare il perché. Invece, qui si parla di imprese nei parchi: ma quando le aziende entrano nelle aree protette, la biodiversità viene cancellata».

Una riflessione, quella del presidente, che non poteva non abbracciare anche il parco dello Stelvio. «Oggi — dice — non c’è un presidente, non c’è un direttore. Ci sono tre leggi di tre regioni, ispirate a visioni diverse, che porteranno a tre differenti piani di parco. I quali, poi, dovranno essere armonizzati da un comitato composto da politici che non hanno le competenze scientifiche adatte». Un pasticcio, insomma. A cui si aggiunge l’indifferenza romana. «Galletti — allarga le braccia Bassetti — non ha mai incontrato le associazioni ambientaliste. E a Bormio non ha nemmeno aspettato l’insediamento del comitato».

Nella tornata di questa settimana il disegno di legge sullo Stelvio approderà in consiglio provinciale. «Non so come andrà a finire. In questi anni, su questo tema non abbiamo registrato l’attenzione che la questione avrebbe meritato» sottolinea Bassetti. «Nei giorni scorsi — conclude — abbiamo incontrato l’assessore Mauro Gilmozzi, che ha mostrato attenzione e sensibilità istituzionale. Vedremo».

E a riprendere le richieste delle associazioni ambientaliste per la governance dei parchi (non solo dello Stelvio) è Filippo Degasperi (5 Stelle), che ha preparato una serie di emendamenti per chiedere in particolare la presenza nel comitato d’indirizzo di due rappresentanti degli ambientalisti (e non uno), di un esponente della Sat e di due membri in rappresentanza del mondo scientifico. Lo stesso Degasperi ha predisposto due emendamenti per chiedere che nei due parchi provinciali Adamello Brenta e Paneveggio la scelta di presidente e membri di giunta venga condizionata al possesso di una adeguata competenza in campo scientifico-naturalistico.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news