LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Fiesole. Il ladro, il falsario e il venditore web. Fermata la banda dei libri antichi
Viola Centi
Corriere Fiorentino 14/07/2016

Fiesole, ritrovati 114 volumi rubati dal seminario nel 2009: erano anche a Parigi e in Usa

Fiesole. Faceva rubare i libri antichi, poi li «lavorava», togliendo i timbri originali e imprimendoci quello della fantomatica (e fasulla) Biblioteca Somigli, spalmandoci poi una crema abbronzante particolare, Bronzao au Cacao, per restituire alla carta il colore invecchiato. Un falsario aretino è stato denunciato dai Carabinieri del nucleo di Tutela e Patrimonio culturale di Firenze, insieme a altri due complici: un ladro seriale, con una passione per le biblioteche sacre, e un rivenditore, un negoziante virtuale che aveva su Ebay la propria libreria di rari e faceva arrivare i volumi in tutto il mondo.

I militari hanno sgominato la banda durante le indagini per il furto di 250 volumi alla biblioteca Bandiniana di Fiesole, avvenuto nel 2009. In 7 anni sono state rintracciate 114 opere, da Parigi al Texas, attraverso un lavoro di incrocio dati e monitoraggio del web. Ieri i carabinieri hanno riportato a casa le «cinquecentine» e le «seicentine», ovvero libri stampati tra il 1500 e il 1600, il cui valore commerciale oscilla tra i 100mila e i 150mila euro.

I libri erano scomparsi durante i lavori di ristrutturazione del seminario di Fiesole, quando un’impalcatura montata intorno al palazzo presumibilmente aveva aiutato i ladri ad entrare e a nascondere la loro attività. «Un senso di smarrimento, l’impressione di aver perduto qualcosa di prezioso», così Monsignor Gabriele Bandini ricorda la mattina dell’agosto 2009 in cui si accorse del furto. «Non ci siamo accorti della porta forzata perché era coperta da un telone, per proteggerla dalla polvere — spiega — ma per portare via così tanti libri devono essere entrati anche più di una volta». I volumi erano finiti nelle mani prima del ladro, un fiorentino, poi dell’abile falsario aretino, e infine di un rivenditore senza scrupoli di Assisi che ne aveva messi alcuni addirittura all’asta su Ebay. Tanto che una Bibbia del 1572 è stata ritrovata a Viserba, in provincia di Rimini, dopo essere stata comprata da uno studioso di Parigi che poi l’aveva rimessa in circolazione. Ma a fare il viaggio più lungo, per ora, è stato un volume stampato a Lione nel 1541 e che è stato ritrovato a San Antonio, in Texas. Il compratore lo ha riportato al Consolato italiano di Huston per il rimpatrio e adesso si trova insieme a tutti gli altri in una sala apposita della biblioteca Bandiniana, dotata di sistemi di sicurezza.

«I compratori — ha spiegato il capitano dei Carabinieri Lanfranco Disibio — non si accorgevano che i libri erano rubati perché prima erano passati al falsario, che ne manometteva i segni di riconoscimento». I timbri, le «pecette», piccoli pezzi di carta incollati per coprire gli stemmi o i segni di riconoscimento, le «punzonature» per annullare il numero identificativo, erano gli strumenti con cui il falsario travisava i volumi. Gli acquirenti, ignari, compravano libri rubati. A casa dell’uomo i carabinieri hanno trovato 85 libri che ancora non erano stati toccati, ma anche altri oggetti la cui provenienza ha insospettito i militari, tanto da indurli a mettere sotto sequestro una parte dell’appartamento per ulteriori verifiche.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news