LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE - "Troppa gente e non ci sono vie di fuga La prossima battaglia è l'Accademia"
12 LUGLIO 2016 LA REPUBBLICA

VINTA una battaglia, Learco Nencetti ne prepara un'altra. «Abbiamo già inviato un esposto a vigili del fuoco e Prefettura per segnalare che alla Galleria dell'Accademia i bagni sono nel seminterrato. In caso di incendio o calamità la gente farebbe la fine dei topi. Voglio vedere se qualcuno si deciderà a fare qualcosa». In attesa della prossima mossa, Nencetti sembra soddisfatto di aver sollevato il problema delle scarse condizioni di sicurezza del Vasariano. Nell'esposto inviato il 7 aprile la segreteria regionale di Conf. Sal-Unsa Beni culturali chiedeva al ministero dei Beni culturali, Prefettura e Vigili del fuoco provinciali «a garanzia della incolumità pubblica e rispetto delle misure di prevenzione antincendio sui luoghi di lavoro, oltre al prevenire l'insorgenza del rischio di congestionamento al normale esodo in caso di allarme o di necessità di evacuazione rapida del pubblico».

Già, perché Nencetti fa notare come il numero limite della capienza del Corridoio, cento persone al massimo, col sovrapporsi dei vari gruppi che organizzano i tour a pagamento, «poteva anche salire di parecchio, fino a trecento persone insieme».

Nell'esposto il sindacalista chiedeva chiarimenti anche sulle norme di prevenzione incendi «specialmente per quanto riguarda il contingente massimo di affollamento all'interno di tutto il complesso monumentale degli Uffizi, e dei visitatori della galleria o di porzioni di essa». In più voleva sapere se esista «il documento di sicurezza che prevede il contingente massimo di affollamento dei visitatori all'interno di tutta la galleria o porzioni di essa, visto che non è reso pubblico». E chiedeva se «siano ancora valide istanze di deroga all'osservanza della vigente normativa antincendio e perché non sono affisse o pubblicizzate al pubblico». Insinuazioni pesanti, che hanno spinto i vigili del fuoco a fare vari sopralluoghi.

«Mancano troppi documenti», dice Nencetti. «Vorrei verificare se esistano atti certi e registrati che attestino il numero di affluenza dei visitatori nel rispetto del contingente massimo di affollamento e quali siano gli atti di deroga, se esistono, o di regolare permesso al continuo accesso al corridoio Vasariano di visitatori, anche se contingentati per gruppi di 25 persone, preso atto che non esistono vie di fuga intermedie nel tragitto di circa 800 metri». E qui casca l'asino. Le vie di fuga non ci sono e il sindacato lo sa. Per questo chiede di «disporre immediata chiusura preventiva del Corridoio all'accesso di visitatori, preso anche atto dell'alto rischio aggiuntivo a causa della mancanza di uscite di sicurezza». E le stesse richieste sono ribadite in una lettera di sollecito che il 16 giugno Nencetti invia al comandante provinciale Roberto Lupica. Repetita iuvant.

(s.p.)




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news