LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pompei, la Federico II adotta gli scavi
12 LUGLIO 2016 LA REPUBBLICA


In campo un'équipe multidisciplinare tra scoperte e progetti per la fruizione

bivio stradale, con tracce di case ed edifici non noti agli studi. E poi gallerie di collegamento tra il mare e la città, ma anche la mappa dei 94 alberi a rischio e la schedatura di 130 reperti botanici. La Federico II adotta Pompei e mette in campo un'equipe multidisciplinare per coniugare ricerca e tutela sul campo. E presenta i primi risultati, dopo un anno di lavoro, dell'accordo sullo studio dell'Insula la zona degli scavi compresa tra Porta Marina e la Villa dei Misteri. Il rettore Gaetano Manfredi e il direttore della Soprintendenza Pompei Massimo Osanna sono nell'Aula magna al corso Umberto e presentano i risultati del lavoro di una settantina tra docenti e studenti che hanno studiato, effettuato misurazioni, compiuto ricerche sul campo e d'archivio, indagato e ricostruito aspetti e problemi della città romana. «Più di uno scavo e basta - spiega l'archeologa Giovanna Greco che coordina il progetto - è la prima volta che un ateneo, per un sito archeologico, mette in campo tante professionalità diverse, cosa che ha reso questa ricerca un'esperienza entusiasmante, ne è nato un gruppo coeso, di amici, oltre che di colleghi». Cinque i dipartimenti coinvolti: Architettura, Studi umanistici, Strutture per l'ingegneria e l'architettura, Scienze della terra, Agraria. «Pompei è una realtà con una rilevanza globale - dice Manfredi - la Federico II impiega stabilmente risorse anno per anno e canalizzerà i finanziamenti necessari sia da programmi pubblici che da investitori privati. Un progetto che prevede anche parziali realizzazioni. Le cifre si conosceranno quando diventerà esecutivo».

Insiste sull'approccio pluridisciplinare e sulla natura pubblica del progetto il soprintendente Osanna. «In passato non c'era da noi il dialogo serrato tra architetti e archeologi, così come non c'era un dialogo serrato tra Soprintendenza e universisità. Certo, si faceva ricerca, ma ogni istituto portava via con sé i risultati e a Pompei non restava niente». Per Osanna «la gestione di Pompei non può essere lasciata alla sola soprintendenza. Dopo la fase concitata del Grande progetto è necessario coordinare gli interventi. Dall'accordo Federico II-Soprintendenza possono venire fuori una serie di linee guida su vari aspetti: coperture, manutenzione, restauro, paleobotanica. Pompei può diventare un modello ». A cominciare dal tema del rapporto tra scavi e territorio. Renata Picone presenta il lavoro del Dipartimento di Architettura sulla fruizione ampliata di Pompei: «Fornirermo le linee guida per un concorso di progettazione internazionale per il nuovo ingresso agli scavi», il tutto legato al nuovo hub ferroviario. Gli architetti hanno anche ipotizzato un nuovo collegamento tra scavi e Villa dei Misteri e il taglio dei cumuli borbonici per allargare l'offerta. E proprio sugli accumuli di materiali degli scavi ottocenteschi che hanno lavorato gli ingegneri: Andrea Prota illustra le scoperte di ambienti sotterranei lungo i pendii, mentre Maurizio Fedi presenta i risultati di indagini geofisiche: grazie ai georadar è stato individuato un bivio stradale oltre Porta Ercolano e nuovi ambienti. Il professore Luigi Cicala annuncia l'avvio di indagini archeologiche ai piedi della Casa del Leone, mentre Gaetano Di Pasquale spiega come siano stati catalogati 130 reperti botanici nell'ex Casina Fiorelli, 443 alberi per 22 specie in tutto il sito, tra cui 92 piante a forte rischio di cedimento e 2 da abbattere subito.

Con l'uso del georadar individuati nuovi edifici e strade finora non note 70 tra docenti e studenti hanno lavorato per un anno L'intervento prosegue



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news