LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TERAMO - Masterplan, il rebus dell’ex manicomio
Marianna De Troia
17 luglio 2016 IL CENTRO





È sorto un intoppo, e non da poco conto, nel giorno della firma che ieri all'Università di Teramo è servita a far decollare i progetti del Masterplan. Grazie all'accordo, le pubbliche amministrazioni – Regione, Provincia, Comune di Teramo, università, Asl, Adsu (azienda diritto allo studio universitario), Istituto zooprofilattico, Tua – si impegnano a cedere i loro beni e a muoversi ciascuna per le sue competenze verso il recupero dell'ex manicomio, la nascita di un grande polo agro-bioveterinario, la realizazione della casa dello studente e la funicolare dal centro all'università (che nel frattempo sta cambiando connotati). L'intoppo riguarda il progetto più importante del Masterplan, ovvero il recupero dell'ex manicomio dove l'università intende ospitare il Dams, il conservatorio e un centro di formazione sulle malattie mentali per via di un vincolo di destinazione ad utilizzo psichiatrico. Qualche istante prima della firma, il presidente della Regione Luciano D'Alfonso ha reso noto che l'accordo era stato modificato in una parte relativa alla cessione dell'ex manicomio. La Regione autorizza infatti la Asl a cederlo in uso all'Adsu, ma non a titolo di proprietà poiché questo consentirebbe di mettersi al riparo da eventuali rilievi della corte dei conti o cavilli giuridici. Nello stesso articolo dell'accordo si prevede anche la possibilità che la Asl ceda la proprietà dell'immobile a costo zero, ma la cessione in uso gratuito è indicata come soluzione prioritaria. Per D'Alfonso la semplice possibilità di utilizzare l'ex manicomio è sufficiente a garantire l'operatività del progetto, ma la l'Adsu fa notare che il finanziamento della Cassa depositi e prestiti per il recupero dell'edificio è vincolato al possesso del bene e la cessione in uso potrebbe far saltare il banco. Per il governatore l'eccezione sollevata è stata ritenuta superabile e ha proceduto con la firma, ma il direttore dell'Adsu Antonio Sorgi e il presidente Paolo Berardinelli sono apparti fortemente preoccupati dal "fuori-programma" e confidano che le leggi regionali e i futuri accordi bilaterali possano individuare una soluzione a questo ostacolo che può vanificare l'operazione di permuta del manicomio con il rettorato di viale Crucioli, dove l'Adsu intende realizzare la nuova casa dello studente. D'Alfonso tuttavia si è dichiarato soddisfatto dell'accordo: «È un'intesa che rende certo il tempo di esecuzione degli interventi e la raccolta delle autorizzazioni, che mette in campo cultura identitaria, ricerca scientifica e modernizzazione degli spazi. Dopo questa condivisione siamo pronti a partire con i cantieri e a vedere presto le tute degli operai sporcate di cemento». Il rettore Luciano D'Amico è tornato a puntualizzare il fatto che i progetti recepiranno le indicazioni della Soprintendenza e a questo proposito, proprio per non stravolgere la villa comunale e i vincoli sulla conservazione dell'orto botanico, si sta facendo spazio l'idea di realizzare la funicolare spostando il capolinea in un'area più vicina all'autostazione di piazzale San Francesco. Il sindaco Maurizio Brucchi è stato molto critico con questo progetto che ritiene molto impttante e, d'intesa con il rettore ha deciso di rimandare l'avvio dell'opera a un approfondimento con la città: cittadini e portatori d'interesse saranno chiamati a esprimere idee o contributi sul progetto della funicolare a partire dagli "stati generali della cultura" convocati per la prima settimana di ottobre. Certo è che il documento firmato ieri non lascia spazio a dubbi sugli enti che siedono nella cabine di regia dei progetti. L'accordo cita la possibilità di un ruolo di stazione appaltante solo per l'università, per lo Zooprofilattico, per l'Adsu e per la Tua. Saranno loro a gestire le gare mentre Comune di Teramo, Provincia e Asl faranno parte solo della struttura tecnica di missione.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news