LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VIGNOLA - Il cemento ucciderà la bellezza? Settis risponde a una piazza gremita
di Andrea Marcheselli
18 luglio 2016 LA GAZZETTA DI MANTOVA

VIGNOLA "Il mondo salverà la bellezza?", si è chiesto Salvatore Settis sabato sera a Vignola. Era nella gremita Piazza dei Contrari durante la conversazione condotta da Marco Carminati, caposervizio culturale del Sole 24 Ore, all'interno di 2Tracce in luce", la rassegna che negli ultimi week end ha accompagnato le nuove video proiezioni sulle pareti della Rocca. Settis, archeologo e storico dell'arte, sicuramente uno degli studiosi italiani più famosi al mondo per gli incarichi ricoperti al Getty Museum, al Prado e ora al Louvre, da sempre impegnato contro i sistematici assalti alla cultura e al paesaggio così frequenti in Italia, «spina nel fianco delle autorità politiche», come ha tenuto a sottolineare Carminati, dopo un'introduzione di Valerio Massimo Manfredi, l'archeologo e scrittore presidente della Fondazione di Vignola, si è soffermato in particolar modo sulle vittime principali di queste aggressioni: i diritti costituzionali, i diritti civili, la bellezza e la salute, come conseguenza soprattutto della cementificazione insensata e del turismo d'assalto che invece di rilanciare l'economia, come si suole credere, finiscono per far sì che anche quest'ultima crolli. Settis, ha rimarcato Carminati, ha messo il dito nella piaga con un pamphlet, "Se Venezia muore", piacevole quanto inquietante per come lascia stupefatti di fronte a una politica che non vuole comprendere i rischi a cui espone il territorio. Sostanzialmente, si tratta di un continuo attacco all'articolo 9 della Costituzione, che tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione, mentre in ossequio al benessere esploso dal dopoguerra in avanti l'Italia si è espansa senza alcuna tutela del paesaggio, come dimostrano la sistematica erosione del territorio e lo sfruttamento condotto in modo sconsiderato dei beni artistici e ambientali, prima fra tutti Venezia, aggredita da torme di turisti come invasioni barbariche e da giganteschi transatlantici che mettono seriamente a rischio la laguna e la stessa città. Il paesaggio va inteso come un luogo plasmato dall'uomo, dice Settis, e come tale diviene uno specchio di ciò che egli ha fatto, quindi della storia dell'uomo. Benedetto Croce lo aveva ben capito, e da Ministro dell'Istruzione nel 1920 fece la prima legge italiana per la tutela del paesaggio. Esistono, peraltro, innumerevoli associazioni e istituzioni in Italia che si adoperano quasi controcorrente per la salvaguardia dei beni culturali ed ambientali, come, riconosce Settis, la stessa Fondazione di Vignola, impegnata nel recupero e nella gestione di edifici quali la Rocca e Palazzo Buoncompagni Ludovisi.




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news